Volvo Trucks ha iniziato a consegnare i primi camion elettrici realizzati con acciaio ‘fossil-free’, vale a dire privo di combustibili fossili. Il progetto, avviato qualche mese fa, è il risultato della collaborazione con il gruppo siderurgico svedese SSAB, tra i maggiori player al mondo nella produzione di acciaio. Quest’ultimo viene realizzato attraverso una tecnologia completamente nuova che fa uso di idrogeno ed elettricità senza combustibili fossili. Il risultato è una riduzione significativa dell’impatto ambientale, nonché un importante passo avanti verso una filiera a zero emissioni nette.

A chi verranno consegnati i camion elettrici ‘fossil-free’ di Volvo Trucks

Tra i clienti che adotteranno l’acciaio privo di combustibili fossili per alcuni dei propri camion elettrici spiccano Amazon, DFDS e, attraverso l’azienda di trasporti Simon Loos, Unilever. “Il nostro percorso verso le zero emissioni nette prevede la rimozione dei combustibili fossili dalle operazioni dei nostri veicoli e, con il tempo, la completa sostituzione dei materiali usati per i nostri camion con soluzioni alternative riciclate e prive di combustibili fossili”, ha dichiarato Jessica Sandström, Senior Vice President of Product Management di Volvo Trucks.

volvo trucks elettrici

Il primo acciaio prodotto con l’idrogeno viene utilizzato nei longheroni dei camion elettrici, ovvero l’ossatura del veicolo su cui vengono montati tutti gli altri componenti principali. Con l’aumento della disponibilità di acciaio privo di combustibili fossili, sarà introdotto anche in altre parti del veicolo. Ad oggi, circa il 30% dei materiali di un nuovo camion Volvo proviene da materiali riciclati e fino al 90% può essere riciclato al termine del suo ciclo di vita. L’acciaio privo di combustibili fossili sarà un’aggiunta importante all’acciaio tradizionale e riciclato che viene utilizzato nei veicoli pesanti Volvo.

In primo piano

DKV LIVE: quando la flotta è a portata di clic

L'avanzato sistema di gestione e tracciamento delle flotte di DKV è una soluzione che rivoluziona la vita dei fleet manager ma anche un sistema tecnologico che incrementa performance, sostenibilità e sicurezza degli autotrasporti.

Articoli correlati