Biogas Wipptal è il quarto IVECO Ambassador. Dopo l’elezione di GLS Italy e del Gruppo Maganetti per l’Italia e di Nicholls Transport per l’Inghilterra, il costruttore ha voluto premiare Biogas Wipptal, che come gli altri Ambassador italiani riceverà 50 alberi della “Foresta IVECO”, grazie alla partnership con la piattaforma di e-commerce Treedom.

Biogas Wipptal è una società composta da 62 aziende agricole operanti nella zona dell’Alta Valle Isarco, impegnate nel settore dell’allevamento di bovini da latte. Nello specifico, l’azienda si occupa nella lavorazione dei reflui zootecnici con sistema di fermentazione, ricavandone fertilizzanti e prevenendo in questo modo l’inquinamento da nitriti causato dall’eccessiva fertilizzazione del terreno. Allo stesso tempo, in un’economia circolare regionale, i fertilizzanti organici prodotti vengono restituiti all’agricoltura, alla frutticoltura e alla viticoltura.

Come lavora Biogas Wipptal, terzo IVECO Ambassador italiano

Si tratta di un modello di economia circolare e di sostenibilità che punta sull’innovazione e sul coinvolgimento degli stakeholder locali. Grazie a moderni veicoli di trasporto, vengono raccolte dalla società ben 150.000 ton di letame solido e liquami nel corso del processo, che prevede che le deiezioni animali vengano fatte fermentare nell’impianto di biogas e che i residui della fermentazione siano restituiti agli allevatori sotto forma di stimolanti della crescita inodori o di fertilizzanti.

IVECO Ambassador

La riduzione di CO2 avviene attraverso una minore concimazione con letame e liquami, raggiungendo così un risparmio di 1,2 ton di CO2 all’anno per ogni vacca da latte. Inoltre, agli agricoltori vengono forniti dei sistemi di spandimento controllati da sensori e compatibili con le pendenze dei terreni, che riducono i gas a effetto serra del 95% e le emissioni di ammoniaca del 60%.

“Siamo molto felici e grati per la nomina di IVECO Ambassador, un progetto attraverso il quale il brand continua a perseguire la strada verso la sostenibilità”, ha detto Manfred GiusCEO di Biogas Wipptal. “Il nostro impegno principale è rivolto alla protezione dell’ambiente e dell’agricoltura sostenibile e ciò include anche l’“upcycling” della CO2 ottenuta, che viene trattata per poter essere utilizzata per l’industria alimentare. Inoltre, il nostro impianto dista 2 km dall’Autostrada del Brennero, uno dei più importanti assi di collegamento tra il nord e il sud dell’Europa. Nell’ambito della decarbonizzazione, ci vediamo come un ponte tra il mondo della agricoltura e del trasporto, poiché entrambi possono trarre beneficio dal nostro impianto biogas”.

Fabrizio Buffa (IVECO): «Si chiude il cerchio della sostenibilità»

“Con la nomina di Biogas Wipptal come terzo IVECO Ambassador italiano del biometano si chiude il cerchio della sostenibilità. Infatti, il biometano è una risorsa che si inserisce negli obiettivi di produzione dettati dalla Commissione Europea entro il 2030 come parte del piano REPowerEU, in quanto rappresenta un vantaggio che porta benefici non solo all’ambiente, ma anche all’economia, poiché il fertilizzante derivabile dal digestato è un co-prodotto della produzione di biometano e permette di sostituire costosi fertilizzanti chimici riducendo l’esposizione alla volatilità dei prezzi alimentari. Anche dal punto di vista dell’indipendenza energetica, il biometano rappresenta una soluzione immediata ed efficiente, requisito imprescindibile nel contesto geo-politico attuale”, ha aggiunto Fabrizio BuffaIVECO Italy Market Medium & Heavy Business Line Manager.

In primo piano

DKV LIVE: quando la flotta è a portata di clic

L'avanzato sistema di gestione e tracciamento delle flotte di DKV è una soluzione che rivoluziona la vita dei fleet manager ma anche un sistema tecnologico che incrementa performance, sostenibilità e sicurezza degli autotrasporti.

Articoli correlati