stv

L’azienda di trasporti campana Torello, tra i più grandi attori nazionali nel settore con 3200 veicoli gestiti e 4 divisioni, è la prima azienda italiana ad aver aderito all’IRU, ovvero l’International Road Transport Union, una delle più grandi sigle al mondo di trasporti, che si occupa di promuovere la crescita economica, la prosperità e la sicurezza attraverso la mobilità sostenibile di persone e merci in più di 100 paesi al mondo. L’azienda campana, da quasi cinquant’anni sulle strade del Vecchio Continente, entra a far parte di un organismo internazionale in cui convergono gli sforzi di istituzioni, enti, organismi che tutelano gli interessi delle imprese del settore trasporti nella sua globalità.

Torello, con l’adesione all’IRU il campo diventa internazionale

L’adesione all’IRU ha messo Torello – già da tempo attenta alle tematiche logistica green, la responsabilità sociale d’impresa, le certificazioni e la formazione – di fronte al primo impegno già martedì 7 settembre 2021 nel webinar “The integration of migrants as professional drivers”. Antonio Torello – Chief Technical Officer – e Giuseppe D’Arienzo – Driver Supervisor – dopo aver ricevuto il benvenuto ufficiale hanno analizzato il problema da più punti, in cima ai quali c’è l’annosa carenza di autisti.

“In Europa, un report di Transport Intelligence, parla di 400.000 risorse mancanti. Bisogna poi aggiungere la lentezza della burocrazia, il necessario ricambio generazionale, la mancanza di giovani leve che pone a sua volta il tema della formazione”, viene sottolineato nella nota aziendale a commento dello storico evento. “Tutti aspetti che necessitano di risorse finanziarie che ricadono, inevitabilmente, a carico delle imprese. Ringraziamo IRU per aver organizzato un confronto di così alto livello alla presenza di alcuni dei membri e figure chiave del Parlamento europeo, della Commissione europea, degli Stati membri dell’UE e dell’industria del trasporto su strada e speriamo di poter agire su un problema di tale rilevanza nel più breve tempo possibile con il sostegno degli stessi. Tutti insieme possiamo sensibilizzare sull’importanza di un tema che può rivelarsi una possibilità da cogliere subito anche per il suo contributo fattivo a livello sociale. Muoviamoci nei tempi”.

I commenti

“È un grande onore accogliere Torello nella famiglia IRU, la nostra prima azienda italiana a diventare membro nonché realtà leader della logistica e dei trasporti europei. Torello è un’azienda innovativa sotto molti aspetti come la digitalizzazione logistica, il servizio ai clienti, la CSR, la decarbonizzazione e la gestione dei talenti; queste caratteristiche saranno un plus per IRU nella risoluzione di temi d’interesse per le Istituzioni, i fornitori e i clienti dell’intero settore”, ha sottolineato Umberto de Pretto, Segretario Generale IRU, nel dare il benvenuto a Torello

“Vogliamo avere il ruolo di protagonisti nella logistica europea, ecco perché abbiamo scelto di aderire ad IRU in autonomia. Siamo sicuri che con la nostra esperienza, unita ad IRU e a tutta la membership, possiamo contribuire in modo fattivo al miglioramento dell’intera industria logistica”, ha commentato Antonio Torello.

In primo piano

Articoli correlati