Mercedes-Benz Trucks parla sempre più la lingua dell’elettrificazione. L’eActros per il lungo raggio, infatti, sarà costruito e testato già quest’anno, mentre per la produzione di serie si dovrà attendere almeno il 2024. Ne sapremo sicuramente di più il prossimo autunno nel corso dell’attesissimo IAA di Hannover, il salone internazionale che torna con un nuovo nome (IAA Transportation) e una nuova identità.

L’eActros che verrà: il lungo raggio nel mirino

Dopo aver iniziato la produzione di serie dell’eActros da distribuzione (l’abbiamo provato in Germania e ne parleremo presto) con autonomia dichiarata fino a 400 chilometri nella versione con quattro pacchi batterie, è dunque in arrivo anche il truck elettrico che vuole essere una vera e propria svolta nel trasporto a lungo raggio. Le dichiarazioni d’intenti parlano di un’autonomia fino a 500 chilometri senza soste intermedie per la ricarica e un peso totale a terra di 40 ton circa. Non sappiamo quale sarà il layout scelto per la versione a lungo raggio dell’eActros.

eActros lungo raggio

Di sicuro, Mercedes-Benz Trucks sta spingendo forte sul pedale delle trazioni alternative: vi abbiamo raccontato solo pochi giorni fa della presentazione ufficiale dell’eEconic, modello elettrico per impieghi municipali che è stato presentato all’IFAT di Monaco ed è progettato sostanzialmente sullo stesso layout dell’eActros (assenza di albero di trasmissione, assale elettrificato con doppio motore elettrico e, nel caso dell’eEconic, tre pacchi batterie disponibili per una capacità di circa 300 kWh). L’obiettivo di Mercedes-Benz Trucks è di far crescere in Europa la quota di veicoli nuovi a zero emissioni locali di CO2, fino a superare la soglia del 50% entro il 2030.

“Il grande interesse suscitato dal nostro evento di guida dedicato all’eActros a Wörth è un’ulteriore conferma della popolarità che la mobilità elettrica sta già riscuotendo”, ha detto Karin Radström, CEO di Mercedes-Benz Trucks. “I clienti lanciano quindi un chiaro segnale a tutti gli operatori del settore, affinché mettano su strada un numero sempre maggiore di truck elettrici, lo facciano presto ed in uno sforzo congiunto, espandendo al contempo l’infrastruttura di ricarica e raggiungendo la parità dei costi”.

Ricarica in deposito e progetti in divenire

Per quanto concerne la ricarica in deposito, Mercedes-Benz Trucks coopera con Siemens Smart Infrastructure, ENGIE ed EVBox Group. Sul versante della ricarica pubblica per il trasporto a lungo raggio, Daimler Truck, TRATON GROUP e Volvo Group hanno siglato un accordo vincolante per la costituzione di una joint venture. Questa ha l’obiettivo di sviluppare e gestire in ambito europeo una rete pubblica di ricarica ad alte prestazioni per autocarri e pullman pesanti con trazione elettrica a batteria. La rete di ricarica realizzata dai tre soggetti dovrà essere disponibile per gli operatori di flotte in Europa indipendentemente dal marchio. 

eActros lungo raggio

L’obiettivo del progetto ‘Ricarica ad alte prestazioni per autocarri a lunga percorrenza’ (HoLa), che vede la partecipazione di Daimler Truck ed il patrocinio della VDA, è la pianificazione, la costruzione e la gestione di un’infrastruttura di ricarica ad alte prestazioni per il trasporto a lungo raggio mediante truck elettrici a batteria. In quattro differenti luoghi della Germania verranno costruiti e testati in condizioni reali due punti di ricarica ad alte prestazioni dotati di Megawatt Charging System (MCS). Partecipano al progetto diversi altri partner, provenienti dai settori dell’industria e della ricerca. 

In primo piano

Articoli correlati

Volvo amplia l’offerta di camion alimentabili a biodiesel

Il B100 è ora disponibile per un'ampia selezione di motori nei modelli Volvo FL, FE, FM, FMX, FH e FH16. L'attuale gamma di camion Volvo per impieghi medi e pesanti viene oggi offerta con motorizzazioni alimentate a diesel, biodiesel, HVO, CNG (gas naturale compresso), LNG (gas naturale liquefatto),...