Un altro importante passo per il camion autonomo del futuro: nell’ambito del progetto “Hamburg TruckPilot”, in cui MAN Truck & Bus e Hamburger Hafen und Logistik AG (HHLA) stanno collaborando per testare veicoli prototipi a guida autonoma in applicazioni reali, le cose ora si fanno serie. I test drive pratici hanno dimostrato che l’automazione dei trasporti può già essere integrata in modo efficiente e sicuro nei reali flussi di lavoro logistici dei clienti, come ha dimostrato la società di spedizioni Jakob Weets e.K. Una pietra miliare corroborata, senza dubbio, dalla nuova legislazione sulla guida autonoma.

MAN, la strada per il camion autonomo sembra essere già pronta

Dalla fine del 2018, MAN Truck & Bus e Hamburger Hafen und Logistik AG (HHLA) stanno sviluppando il progetto di ricerca e test “Hamburg TruckPilot” per implementare soluzioni di automazione. Dopo la fase di preparazione e test, si è passati alla fase operativa in condizione di reale utilizzo, durante le quali i camion prototipo, dotati di sistemi di automazione elettronica, hanno compiuto le quotidiane attività di logistica.

Il coinvolgimento della società di spedizioni Jakob Weets e.K. di Emden è stato un fattore importante per il successo del progetto: il partner logistico non solo ha messo a disposizione i propri conducenti, ma si è anche occupato della movimentazione completa dei container e ha integrato i camion prototipo nel quotidiano processo di trasporto. “Siamo lieti di far parte di questo innovativo progetto di ricerca e sviluppo di future soluzioni di automazione”, afferma l’amministratore delegato Jakob Weets, riferendosi al potenziale che le funzioni di guida automatizzata potranno offrire in futuro in termini di alleggerimento dei carichi di lavoro dei conducenti.

camion autonomo

Tradizione e innovazione, umano e macchina in simbiosi

Durante la quotidiana attività, l’autista di Weets si è occupato di trasportare un container per conto di VW Group Logistics dal Weets Container Terminal di Soltau al Terminal Container Altenwerder (CTA) nel porto di Amburgo, a circa 70 chilometri di distanza, guidando in modo tradizionale. Dopo l’arrivo al check gate CTA, l’autista si è accomodato sul sedile passeggero del camion autonomo lasciando il proprio posto ad un safety driver, presente a bordo solo per motivi legali, di sicurezza e per poter prontamente intervenire nell’improbabile eventualità di dover gestire il veicolo. Ciò garantiva, in ogni momento, la sicurezza assoluta per tutte le persone coinvolte durante le operazioni logistiche all’interno del terminal.

Il camion ha quindi guidato autonomamente nell’area del terminal fino al punto di scarico del container per poi raggiungere successivamente l’area di parcheggio. Dopo lo scarico del container, anche il viaggio di ritorno al check gate è avvenuto in modo autonomo e, all’uscita dal terminal, l’autista della Jakob Weets e.K. ha ripreso nuovamente la normale gestione del veicolo.

Percorrendo l’autostrada A7 tra il Weets Container Terminal Soltau e l’area portuale, i responsabili del progetto hanno raccolto molte informazioni che potranno essere utilizzate e implementate per nuovi futuri progetti anche fuori da aree chiuse. Questo perché alla fine di maggio il Bundestag e il Bundesrat hanno approvato la legge sulla guida autonoma, che in linea di principio consente l’utilizzo di veicoli autonomi in Germania in aree operative definite, come anche sulle rotte tra gli hub logistici, sempre però con monitoraggio e supervisione tecnica. I partner del progetto presenteranno i risultati dettagliati di “Hamburg TruckPilot” in occasione dell’ITS World Congress ad ottobre di quest’anno

In primo piano

RT Rent Srl: nasce un nuovo servizio nel gruppo Realtrailer

Annunciata dall'AD Stefano Savazzi, la nuova società del gruppo è dedicata al noleggio di semirimorchi nuovi e usati. RT Rent, che vedrà la direzione commerciale di Roberto Orlando, già direttore commerciale della stessa Realtrailer, parte con una flotta iniziale di semirimorchi selezionati tra i tr...

[Video] DAF XB: agile e versatile in versione cabinato

L’XB è l’ultima, ma solo in ordine di tempo, declinazione della fortunata New Generation di DAF. Un veicolo pensato soprattutto per applicazioni di corto e medio raggio che si presta a svariate tipologie di allestimento, grazie a uno sforzo ingegneristico notevole per agevolare il lavoro degli alles...

Articoli correlati