Il 2022 di TRATON, di cui fanno parte, tra gli altri, Scania e MAN, si chiude con un record significativo: 300mila veicoli venduti tra camion, bus e commerciali leggeri. Spulciando i numeri forniti dal Gruppo globale, tuttavia, è facile vedere come l’anno appena passato non sia stato il migliore di sempre per TRATON, che ha sì fatto registrare un +12% sul 2021 (305.500 veicoli contro 271.600), dovuti però anche al buon risultato del marchio nordamericano Navistar, parte del gruppo solo dal 2021, che ha venduto poco più di 81.000 veicoli, e non era stato conteggiato l’anno precedente.

Gruppo TRATON: le vendite unitarie di camion

Limitandoci ai truck, le vendite di TRATON hanno fatto segnare un +10% superando quota 254mila veicoli a livello globale. -3% per i furgoni MAN TGE, di cui sono stati venduti 21.600 esemplari nel 2022. Segno meno anche per il portafoglio ordini complessivo di TRATON (-7%): la spiegazione sta anche nelle difficoltà riscontrate da quasi tutti i marchi nella produzione nel corso dell’anno. MAN Truck & Bus, in particolare, ha dovuto fare i conti con i noti rallentamenti (talvolta veri e propri stop) della produzione sia in Germania, sia in Polonia a causa degli effetti della guerra in Ucraina, dove si trovavano alcuni importanti fornitori, specialmente nell’ambito dei sistemi di cablaggio.

man eTGE

Così ha commentato il numero uno di TRATON, Christian Levin: “Il 2022 è stato un anno funestato dalla guerra in Ucraina, che ha avuto un impatto negativo anche sulle nostre attività commerciali e ha comportato un’ulteriore pressione sulle nostre catene di approvvigionamento, già in difficoltà a causa della pandemia COVID-19. Il nostro marchio MAN ha risentito particolarmente di queste difficoltà. Sono molto orgoglioso che, nonostante queste sfide straordinarie, i nostri clienti ci siano rimasti fedeli e che, insieme al nostro team, siamo stati in grado di aumentare le vendite unitarie del Gruppo e persino di registrare un nuovo massimo storico: per la prima volta i nostri marchi hanno venduto più di 300.000 veicoli in un solo anno. In realtà, questa cifra avrebbe potuto essere ancora più alta senza le tensioni della catena di fornitura, che purtroppo non ci hanno permesso di soddisfare la domanda totale dei nostri clienti di autocarri innovativi con una migliore efficienza dei consumi con la rapidità e la completezza che ci eravamo prefissati. Nel 2023 ci concentreremo sull’evasione degli ordini e sul supporto alle attività dei nostri clienti con le tecnologie più avanzate”.

Il dettaglio dei Marchi: segno meno per Scania e MAN

Nel dettaglio delle singole Case, ecco che sia Scania che MAN hanno fatto registrare un segno meno nel 2022. Le vendite unitarie di camion e autobus Scania sono scese del 6% a 85.200 (2021: 90.400) veicoli nel 2022. Le vendite di camion, in particolare, sono diminuite del 7% a 80.200 (2021: 85.900) veicoli. Scania è stata estremamente restrittiva nell’accettare nuovi ordini, per cui alla fine dell’anno gli ordini in entrata erano pari a 82.100 (2021: 116.800) veicoli, con un calo del 30%.

scania guida autonoma

MAN Truck & Bus ha registrato un calo del 10% nelle vendite totali, scendendo a 84.500 (2021: 93.700) veicoli, nonostante la produzione sia rimasta ferma per sei settimane negli stabilimenti di Monaco e Cracovia e nonostante l’interruzione della produzione in altri siti MAN. Le vendite di unità di camion sono diminuite del 13% a 58.100 (2021: 66.800) veicoli. Gli ordini in entrata di MAN Truck & Bus si sono attestati a 109.700 (2021: 143.500) veicoli, con un calo del 24% rispetto all’anno precedente, poiché l’azienda è stata altrettanto restrittiva nell’accettare ulteriori ordini.

Guardando ai restanti marchi, non presenti in Italia, Volkswagen Truck & Bus ha visto le sue vendite unitarie diminuire del 6% a 54.100 (2021: 57.400) veicoli nel 2022, principalmente a causa dell’indebolimento della domanda in Brasile. Infine, Navistar ha registrato vendite unitarie di 81.900 veicoli, con 69.100 autocarri e 12.800 autobus venduti. Gli ordini in entrata di Navistar sono stati di 86.000 veicoli.

In primo piano

Articoli correlati