stv

Scania e Visa hanno dato vita ad una collaborazione all’insegna dei motori V8, che consentirà all’azienda con sede a Fontanelle, in provincia di Treviso, di continuare a progettare soluzioni personalizzate, garantendo qualità, competenza e alta tecnologia nel campo dell’energia, settore in cui è tra i leader e rappresenta una delle realtà italiane più importanti. Visa S.p.A. è infatti un’azienda specializzata nella progettazione, produzione, vendita e nel noleggio di gruppi elettrogeni e motopompe. Una realtà di primaria importanza che realizza, proprio in Italia, soluzioni per la produzione di energia elettrica con potenze da 9.0 al 3.000 kVA che vengono distribuite in oltre 100 Paesi nel mondo.

Numerosi i settori in cui sono presenti i gruppi elettrogeni di Visa, dalle telecomunicazioni alle costruzioni e all’ingegneria e industria, dagli ospedali alle vendite al dettaglio, all’entertainment. Tutti ambiti nei quali l’energia è vitale per svolgere un determinato lavoro, e nei quali è fondamentale poter contare su soluzioni che garantiscano la massima affidabilità. Un’eccellenza del Made in Italy che ha scelto Scania e, in particolare i nuovi motori Stage V, per avviare una partnership che unisce due aziende che hanno fatto della qualità la linea guida delle proprie attività.

Scania

Il “rombo” dei motori Scania V8. Ma non su strada

È proprio la gamma di motori Stage V il punto di incontro tra Visa e Scania. I nuovi motori, oltre a soddisfare i requisiti normativi in termini di livelli di emissione, garantiscono ridotti consumi di carburante, con importanti vantaggi sia dal punto di vista economico che ambientale. La scelta di Visa per questo progetto è ricaduta su motori V8 diesel da 550 kVA, fiori all’occhiello del brand svedese costantemente impegnato nell’investire in ricerca e sviluppo per offrire soluzioni estremamente all’avanguardia, in grado di rispondere ad un mercato sempre maggiormente competitivo.

I primi gruppi elettrogeni Visa equipaggiati con motori Scania Stage V andranno ad operare per dare energia elettrica ad alcune gru nel Nord Europa. “Scania ha presentato una soluzione in grado di soddisfare lo standard delle emissioni EU Stage V prima che la normativa entrasse effettivamente in vigore”, ha evidenziato Gianromeo Brugnetti, Responsabile Vendite Motori Power Generation di Italscania S.p.A.

La scelta di Visa

“Abbiamo avuto modo di testare i motori Scania impiegandoli da subito in progetti molto complessi che richiedevano un grande impegno in termini di ingegneria e di stretta collaborazione con il motorista” ha dichiarato Angelo Claut, responsabile del Dipartimento Tecnico di Visa SpA. “Scania si è dimostrata un partner affidabile soddisfacendo pienamente le esigenze legate al tipo di applicazioni particolarmente delicate, consentendoci di realizzare gruppi elettrogeni ad alte prestazioni che garantissero i livelli di emissioni dei gas particolarmente bassi secondo i limiti imposti dalla normativa Stage V”.

La gamma Stage V di Scania per applicazioni gruppo elettrogeno è composta da motori in linea da 9 e 13 litri e V8 da 16 litri, con potenze pari a 223-491 kW (250-550 kVA prime power).

In primo piano

Articoli correlati