Fuoco e fiamme sulla ghiaia di una cava o, perché no, di un cantiere. E una “T” che si accende letteralmente dal nulla. Eccolo il punto di giunzione tra il passato, il Trakker, e il futuro, il T-Way. Con un logo componibile in due parti angolate, assemblabile dunque nelle tre lettere che identificano i tre veicoli (“S”, “X” e “T”) che ben rappresenta lo spirito che ha animato gli ingegneri del marchio nella progettazione delle tre gamme “Way”, accomunate da linee sinuose e dallo stesso lancio innovativo.

IVECO T-Way

IVECO ha calato l’ultima carta del tris con cui è andata a completare il suo personalissimo tavolo da gioco. Ed ecco dunque che nel segmento dei veicoli pesanti espressamente pensati per il cava-cantiere fa il suo ingresso il nuovo IVECO T-Way, chiamato ad esprimere versatilità e robustezza anche nelle condizioni di lavoro più gravose. Dall’anima totalmente off-road, il nuovo IVECO T-Way è l’erede spirituale del Trakker che, quasi vent’anni fa, rivoluzionò la concezione cantieristica del produttore. Oltre a presentare il nuovo HI-TRONIX, un nuovo sistema di trasmissione automatizzata con funzioni studiate appositamente per la mobilità off-road, il T-Way porterà in dotazione anche il sistema HI-TRACTION, in sostanza una trazione idrostatica in grado di fornire ancora più stabilità.

IVECO T-Way, un’anima off-road con tante novità

Con caratteristiche votate al miglioramento della robustezza, delle prestazioni elevate e dell’affidabilità, il nuovo T-Way è stato lanciato all’insegna del claim: “IVECO T-WAY. TRATTALO MALE”. Il lancio virtuale, ospitato sul canale digitale IVECO Live Channel, ha avuto lo scopo di far rivivere un’esperienza unica agli spettatori, raccontando una storia immersiva fatta di video e interazioni dal vivo, un modo per far intraprendere agli ospiti un viaggio alla scoperta del mondo off-road di IVECO e del nuovo arrivato nella leggendaria gamma.

L’IVECO T-WAY è stato progettato per offrire la migliore performance in ogni applicazione offroad. Si distingue per le straordinarie prestazioni, la robustezza e la rigidità torsionale. Mantiene la leggendaria robustezza dei suoi predecessori grazie al telaio in acciaio ad elevata resistenza con longheroni spessi 10 mm e con un momento torcente da 177 kNm, il migliore del segmento. L’assale anteriore vanta una capacità massima di 9 tonnellate. Il veicolo è dotato posteriormente di Hub Reduction di serie per massimizzare robustezza e prestazioni. La nuova sospensione pneumatica posteriore heavy-duty per assali tandem ottimizza il peso del veicolo e migliora le prestazioni off-road con una maggiore altezza libera da terra e un migliore angolo di uscita.

Luca Sra, Chief Operating Officer della Truck Business Unit IVECO, ha dichiarato: “Con il lancio dell’IVECO T-WAY, erede al trono del TRAKKER come ‘il più forte tra i pesanti’, oggi apriamo un nuovo capitolo nella straordinaria storia off-road di IVECO. Questo mezzo extra-pesante, un vero e proprio campione in termini di prestazioni, robustezza e durabilità, andrà a consolidare ulteriormente la posizione di IVECO nel settore off-road pesante. L’IVECO T-WAY è l’ultimo tassello del rinnovo della gamma pesante IVECO WAY, una delle più originali, performanti e innovative sul mercato.”

IVECO T-Way

Sotto la calandra il ruggito del Cursor 13, cifra caratteristica della gamma di pesanti IVECO

L’IVECO T-WAY garantisce tutta la potenza necessaria per la trazione e l’utilizzo della presa di forza (PTO), grazie all’affidabilità e all’efficienza della motorizzazione IVECO Cursor da 13 litri, capace di sviluppare fino a 510 cv– superando il Trakker di 10 cv. Per alcune configurazioni più leggere a trazione integrale, è disponibile anche la motorizzazione Cursor 9. I motori possono essere abbinati alla nuova trasmissione automatizzata HI-TRONIX a 12 o 16 velocità, che offre nuove funzioni appositamente studiate per la mobilità off-road.

Tra queste si trovano la funzione Hill Holder, per agevolare la partenza in presenza di forti pendenze; la modalità Rocking, per disinnestare la frizione quando il veicolo è bloccato, rilasciando l’acceleratore; la modalità Creep, che permette di eseguire manovre precise a velocità ridotta, rilasciando il pedale del freno; il sistema HI-CRUISE ottimizza ulteriormente l’efficienza della trasmissione grazie al cambio marce predittivo, al Cruise Control predittivo e alla funzione Eco-Roll, che sfrutta l’inerzia del veicolo in discesa. Con questi nuovi algoritmi, il cambio HI-TRONIX fornisce la strategia di cambio marcia ideale per qualsiasi applicazione. A completare il quadro il sistema di infotainment innovativo già provato sull’S-Way e la Connectivity Box che permette di effettuare telediagnosi e manutenzione predittiva, consentendo ai gestori di flotte di monitorare da remoto e in qualsiasi momento le prestazioni di ciascun veicolo

Thomas Hilse, IVECO Brand President, ha affermato: “Con l’IVECO S-WAY abbiamo sconvolto il settore. Oggi stiamo facendo lo stesso nell’off-road. Porteremo il trasporto pesante nel futuro anche in questo segmento, anzi il futuro è già qui, con l’IVECO T-WAY. Abbiamo progettato l’IVECO T-WAY con l’ambizione di definire un nuovo standard di robustezza, affidabilità, efficienza, maneggevolezza, 2 flessibilità di allestimento e servizi connessi – e design, un ‘must’ per ogni brand italiano. Il nome dice tutto: T come Tenace!”

IVECO T-Way, più versatile e flessibile

La tara del veicolo è stata ridotta di 325 kg rispetto al Trakker grazie al nuovo design del supporto tandem sugli assali posteriori, ora composto da un singolo componente di fusione. L’IVECO T-WAY presenta la connettività migliore della categoria, il segno distintivo della gamma WAY, attraverso la Connectivity Box di serie. Il sistema di connettività fornisce capacità di telediagnosi e manutenzione predittiva, consentendo ai gestori di flotte di monitorare da remoto e in qualsiasi momento le prestazioni di ciascun veicolo, in modo da assicurare la massima efficienza. Il portfolio in costante espansione dei servizi di connettività IVECO ON è incentrato sulla massimizzazione della produttività e della durata del veicolo, minimizzando i fermi imprevisti.

Grazie alla sua straordinaria flessibilità, l’IVECO T-WAY è destinato a diventare un valido supporto per ogni allestitore. Con versioni rigide e articolate, presenta la più ampia offerta di catene cinematiche sul mercato: trazione parziale per i modelli cabinati e trattori 6×4 e cabinati 8×4 e trazione integrale per i modelli cabinati e trattori 4×4 e 6×6 e cabinati 8×8. La gamma a trazione integrale è stata estesa con nuovi passi (4 m, 4,2 m e 4,5 m) che permettono di trasportare carichi speciali senza alcuna necessità di modifica del telaio

In primo piano

Articoli correlati

Volvo FH16: con il nuovo motore D17, è più potente e consuma di meno

I test su strada confermano che il nuovo motore dell’FH16 consente di ottenere un risparmio di carburante del 5% e minori emissioni, aggiungendo al contempo il 7% in più di coppia: una combinazione che aumenta l’efficienza e la produttività per le attività di trasporto più impegnative.

FCA consegna 52 nuovi Volvo FH al Gruppo D’Innocenti

Il Gruppo D’Innocenti ha acquistato da FCA, storica concessionaria Volvo Trucks di Roma, 52 nuovi veicoli da impiegare per le consegne espresse a medio e lungo raggio in Italia e in Europa. Sono tutti trattori FH 4x2, montano un motore D13 da 420 cavalli con tecnologia turbocompound.

Scania fonda Erinion, un’azienda di soluzioni di ricarica

Per aiutare i clienti nella transizione al trasporto elettrico, Scania annuncia oggi di aver fondato Erinion, una nuova società specializzata in soluzioni di ricarica private e semi-pubbliche. La mossa strategica vedrà l’installazione di 40.000 nuovi punti di ricarica presso le sedi dei clienti e ra...