L’IVECO S-Way è ancora una volta al centro delle spinte per la sostenibilità dei trasporti, tematica che lo vede protagonista grazie alla forte presenza della Casa di Torino nel segmento dell’LNG, ad oggi l’unica vera trazione alternativa per i pesanti stradali, in attesa che motorizzazioni bev e a idrogeno si affermino. Questa volta l’ammiraglia IVECO è al centro di un progetto pilota in terra teutonica, organizzato dalla società energetica Shell in collaborazione con alcuni stakeholder di settore, tra cui il gruppo di supermercati EDEKA Minden-Hannover.

La catena tedesca specializzata nella GDO ha scelto tre dei suoi IVECO S-WAY a gas naturale per partecipare al progetto che, dunque, verranno riforniti per un anno da bio-LNG prodotto da Shell. A beneficiarne in primis sarà la riduzione delle emissioni dei mezzi che in questo modo contribuiranno a rendere più sostenibile l’intera catena di fornitura di EDEKA Minden-Hannover. Un’azienda, tra le altre cose, da anni attenta alla transizione ecologica: la sua flotta è infatti attualmente formata da 10 IVECO Stralis NP e 40 IVECO S-WAY a gas naturale.

IVECO S-Way

IVECO S-Way, con il bio-LNG per le lunghe percorrenze

Quella che vede protagonisti gli IVECO S-Way e le stazioni di rifornimento SHELL è un ulteriore testimonianza della forte espansione degli impianti di Bio-LNG per i trasporti a lungo raggio. “La conversione della nostra flotta, colonna portante di tutte le nostre attività logistiche, è un fattore chiave nella riduzione delle nostre emissioni di carbonio,” afferma Thomas Steinlein, Responsabile della Gestione Flotte e Trasporto di EDEKA Minden-Hannover. “L’uso del Bio-LNG sarebbe di certo un ulteriore grande passo in avanti verso il raggiungimento delle zero emissioni. È per noi un vero piacere partecipare a questo progetto pilota, un’occasione per dimostrare che il carburante innovativo può contribuire a raggiungere tale obiettivo”.

Tuttavia, un altro aspetto importante è quello di evitare gli ossidi di azoto (NOx) e il particolato (PM): “I nostri veicoli operano principalmente e di frequente in centri città altamente inquinati. Con l’LNG o anche il Bio-LNG stiamo già riducendo in modo significativo tali valori d’inquinamento”.

L’anima degli IVECO S-Way

I veicoli IVECO Stralis NP e IVECO S-WAY a gas naturale della flotta di EDEKA Minden-Hannover sono equipaggiati con motori Cursor 13 a gas naturale conformi agli standard sulle emissioni Euro VI step D, possono circolare al 100% con il Bio-LNG disponibile sul mercato. Il Bio-LNG non richiede modifiche tecniche o adattamenti speciali e le condizioni di garanzia e gli intervalli di manutenzione sono gli stessi previsti per i veicoli alimentati a diesel.

Due grandi serbatoi da 54 litri di un IVECO a gas naturale 4×2 che eroga una potenza di 460 CV, possono contenere almeno 390 kg di Bio-LNG, regalando un’autonomia fino a 1.600 km. Rispetto a un camion alimentato a diesel, le emissioni di ossido di azoto e particolato sono decisamente inferiori, con emissioni di CO2 ridotte fino al 95%.

Un bio-LNG per la decarbonizzazione dei trasporti

Il Bio-LNG utilizzato da Shell viene prodotto dagli scarti agricoli. Soddisfa i criteri della nuova Direttiva dell’Unione Europea in materia di Energie Rinnovabili (REDII) ed è un prodotto sostenibile dell’economia circolare. Pertanto, EDEKA Minden-Hannover e gli altri clienti riceveranno una dichiarazione relativa alla sostenibilità del prodotto e ai benefici in termini di emissioni di carbonio.

Fabian Ziegler, Responsabile di Shell Germany, vede questo test come un importante passo verso l’ulteriore espansione degli impianti di Bio-LNG di Shell per il trasporto a lungo raggio: “Quest’estate è previsto l’inizio della produzione di Bio-LNG in un impianto Nordsol, che alimenterà la nostra rete di fornitura in Europa. Dopodiché, faremo ancora passi da gigante, infatti abbiamo presentato una richiesta di autorizzazione a Colonia per la realizzazione di un impianto da 100.000 tonnellate per la produzione di Bio-LNG presso l’Energy and Chemicals Park Rheinland, speriamo di iniziare i lavori in autunno. Questo ci consentirebbe di rifornire le nostre stazioni Shell di LNG in Germania e i loro clienti con Bio-LNG in tutto il paese già dal 2023, contribuendo così alla riduzione delle emissioni di carbonio causate dal trasporto a lungo raggio fino a un milione di tonnellate”.

In primo piano

Articoli correlati

ACT Expo, Kenworth svela l’innovativo mild-hybrid SuperTruck 2

Risultato di un investimento congiunto da parte del Dipartimento dell’Energia americano (DOE) e Paccar, il veicolo demo SuperTruck 2 presentato da Kenworth (una società Paccar) ad ACT Expo è stato sviluppato negli ultimi sei anni nell’ambito di una collaborazione con il programma SuperTruck del DOE....

Volvo amplia l’offerta di camion alimentabili a biodiesel

Il B100 è ora disponibile per un'ampia selezione di motori nei modelli Volvo FL, FE, FM, FMX, FH e FH16. L'attuale gamma di camion Volvo per impieghi medi e pesanti viene oggi offerta con motorizzazioni alimentate a diesel, biodiesel, HVO, CNG (gas naturale compresso), LNG (gas naturale liquefatto),...