In una lettera di Umberto de Pretto, segretario generale dell’IRU, a Thierry Breton, commissario per il mercato interno della Commissione europea, si sottolineano i rischi economici che i divieti unilaterali imposti dall’Austria al Brennero possono provocare.

“Negli ultimi anni il Gruppo Transito alpino e diverse associazioni nazionali del trasporto merci su strada hanno ripetutamente sottolineato la difficile situazione di transito in Tirolo per le aziende di trasporto merci su strada – si legge nella lettera – e hanno invitato la Commissione europea ad agire contro le restrizioni di transito austriache che violano il diritto dell’UE. 

Il 25 gennaio 2024 il governo federale austriaco ha emanato un nuovo divieto di circolazione per i camion sull’autostrada dei Tauri A10. Su questa rotta avviene gran parte del trasporto merci su strada tra l’Europa centrale e l’Europa sud-orientale, tra cui Germania, Repubblica Ceca, Italia e Slovenia. Non è più solo la tratta del Brennero ad essere interessata da misure discriminatorie! Sono esentati i veicoli destinati all’Austria o al traffico interno austriaco. Ciò equivale a una discriminazione negativa e incompatibile con i principi UE della libera circolazione delle merci. Il divieto discrimina soprattutto le imprese di trasporto non austriache. Il motivo ufficiale degli ulteriori divieti di circolazione è l’elevato volume di traffico dovuto ai viaggi verso i comprensori sciistici in questi giorni.

Continua l’IRU: “Chiediamo alla Commissione Europea di intervenire per garantire la libera circolazione delle merci e la non discriminazione in base alla nazionalità dell’azienda di trasporto merci su strada.

Il divieto dovrebbe essere temporaneo fino al 29 marzo 2024 ed è stato introdotto con brevissimo preavviso. Il traffico stradale di merci pesanti con veicoli di peso complessivo superiore a 7,5 tonnellate sull’autostrada dei Tauri è interessato in entrambe le direzioni dal venerdì pomeriggio dalle 13:00 alle 19:00. Inoltre, in questo periodo l’inizio del divieto di circolazione nel fine settimana sull’autostrada dei Tauri viene anticipato dalle 15:00 alle 07:00 del sabato.

IRU: Divieti al Brennero, l’impatto sociale sul settore dei trasporti stradali dell’UE

L’industria dei trasporti stradali dell’UE è estremamente preoccupata per questo divieto di circolazione per i seguenti motivi. Innanzitutto, i veicoli tornano a casa il venerdì per consentire agli automobilisti di trascorrere il fine settimana con le proprie famiglie, una pratica comune ora messa a repentaglio da questo divieto. I conducenti interessati saranno costretti a trascorrere il fine settimana nell’abitacolo del veicolo o in un altro luogo. Ciò è del tutto contrario allo spirito del Pacchetto Mobilità volto a migliorare le condizioni di lavoro dei conducenti.

In secondo luogo, questa misura scoraggerà i conducenti a lavorare su questa tratta e potrebbe aggravare ulteriormente le già estremamente gravi sfide legate alla carenza di conducenti. Gli aspetti sociali necessitano urgentemente di maggiore attenzione. Si nota un’espansione costante e senza ostacoli dei divieti di transito attraverso l’Austria. Questo può diventare un precedente indesiderato per altri Stati membri che fanno lo stesso se sanno che la Commissione europea non agirà.

In primo piano

100 nuovi IVECO S-Way alimentati ad HVO per il gruppo SMET

SMET ha scelto 100 nuovi IVECO S-Way Fuel Hero da 490 cavalli, che saranno consegnati nel corso di quest'anno e destinati ad attività di trasporto lungo l'intero territorio nazionale. I 100 IVECO S-Way Fuel Hero da 490 cavalli, modello AS440S49T/P, sono trattori a due assi dotati di motore Cursor 13...

Transpotec Logitec 2024, i temi chiave e il programma

A meno di un mese da Transpotec Logitec, ecco il programma formativo che animerà le quattro giornate. I temi chiave dell’evento – la transizione energetica, il mercato e le professioni, l’impatto sulla mobilità urbana, l’innovazione e la sicurezza – saranno affrontati attraverso un ricco programma d...

Articoli correlati