L’edizione 2022 di Ecomondo, la fiera internazionale sulle tecnologie green, si è chiusa lo scorso 11 novembre, al termine di quattro intense giornate alla fiera di Rimini: ne parleremo diffusamente su Vado e Torno di dicembre. Secondo gli organizzatori si è trattato di un’edizione di grande successo, con un +41% di presenze di visitatori rispetto al 2021, anno peraltro ancora condizionato dalla coda pandemica, e una “forte crescita” (+15%) anche rispetto al 2019, l’ultima edizione prima della pandemia.

Ecomondo e Key Energy, per l’ultima volta insieme

Ecomondo e Key Energy – con quest’ultima che nel 2023 si staccherà e diventerà autonoma, dal 22 al 24 marzo – si confermano insomma come una “community virtuosa”, secondo Italian Exhibition Group, che ne cura l’organizzazione. Una community che guarda sempre più all’estero, se è vero che sono quasi raddoppiati i visitatori dall’estero, provenienti da oltre 90 nazioni.

Un mercato, quello delle tecnologie green, quanto mai vivace, come testimoniano i 1.400 brand espositori presenti su 130 mila metri quadrati in questa 25ª edizione di Ecomondo e 15ª di Key Energy, che raccolgono il meglio delle tecnologie made in Italy e internazionali per i pilastri della green economy: bio-economia circolare, gestione e valorizzazione dei rifiuti e delle acque reflue, rigenerazione dei suoli e dei mari e crescita blu sostenibile e rischio idrogeologico, assieme alle soluzioni e tecnologie nel settore del solare, fotovoltaico e sistemi di accumulo, eolico on shore e off shore, efficientamento energetico nell´industria e negli edifici, ed un focus sulle città sostenibili e mobilità elettrica. Sono poi stati 160 gli eventi istituzionali curati dai due comitati scientifici di Ecomondo e Key Energy rispettivamente presieduti da Fabio Fava dell´Università di Bologna e Gianni Silvestrini direttore del Kyoto Club Italia.

Potrebbe interessarti

Le parole del neo ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica

A chiudere la rassegna riminese, che ha ospitato come di consueto anche molte delle Case costruttrici di truck, ci ha pensato il neo ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin, che ha dichiarato: “All’inizio, Ecomondo contava 3mila metri quadrati espositivi. Dopo 25 anni questo numero si è moltiplicato per 40, fino a 130 mila. Numeri che danno l´idea delle opportunità da cogliere sia per il futuro, sia per le tecnologie che ci permettono di guardare a una produzione energetica diversa”. La prossima edizione della fiera riminese, che si tiene ogni anno, si svolgerà dal 7 al 10 novembre 2023.

In primo piano

DKV LIVE: quando la flotta è a portata di clic

L'avanzato sistema di gestione e tracciamento delle flotte di DKV è una soluzione che rivoluziona la vita dei fleet manager ma anche un sistema tecnologico che incrementa performance, sostenibilità e sicurezza degli autotrasporti.

Articoli correlati