Einride, un’azienda di trasporto merci che fornisce tecnologia digitale, elettrica e autonoma, ha annunciato pochi giorni fa la sua partnership con DP World, rinomato leader globale nelle soluzioni di supply chain con sede a Dubai. La collaborazione elettrificherà i flussi di container tra i terminal del porto di Jebel Ali, migliorando l’efficienza e la sostenibilità del decimo porto più trafficato del mondo. Si tratterà del più grande dispiegamento di mobilità elettrica e autonoma delle merci nel Medio Oriente, operativo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per rimodellare il panorama dei trasporti nella regione.

A partire dalla fine del 2024, la partnership si espanderà rapidamente fino a supportare circa 1.600 movimenti di container al giorno. L’espansione sarà resa possibile attraverso una flotta di 100 camion elettrici connessi, gestiti tramite Einride Saga, il sistema operativo digitale di Einride progettato per analizzare, ottimizzare e massimizzare l’efficienza delle operazioni di trasporto di merci su strada elettriche e autonome.

Una volta a piena capacità operativa, l’iniziativa farà risparmiare fino a 14.600 tonnellate di anidride carbonica equivalente (CO2e) ogni anno e 158 tonnellate di ossidi di azoto (NOx) ogni anno.

“Einride e DP World stanno guidando un cambio di paradigma nel panorama della mobilità delle merci in Medio Oriente. La nostra collaborazione sottolinea una dedizione condivisa alla sostenibilità e all’innovazione, unendo l’esperienza di Einride nell’elettrificazione e nella tecnologia autonoma con la leadership logistica globale di DP World”, ha affermato Robert Falck, CEO e fondatore di Einride. “Rimodellando il trasporto di container nel porto di Jebel Ali, puntiamo a stabilire un nuovo standard per le pratiche di trasporto sostenibili, riducendo in modo significativo le emissioni di CO2. Questa collaborazione dimostra l’efficacia della combinazione di ideali visionari con azioni decisive, aprendo la strada modo per un futuro più resiliente.”

“DP World è impegnata a rendere il commercio più intelligente, più veloce e più sostenibile, e la nostra nuova partnership con Einride si allinea perfettamente con la nostra visione”, ha affermato Abdulla Bin Damithan, CEO e amministratore delegato di DP World GCC. “Abbiamo già compiuto progressi significativi nell’elettrificazione e nell’automazione dei nostri terminal nel porto di Jebel Ali e, sfruttando la tecnologia all’avanguardia di Einride, possiamo portarla al livello successivo. La nostra partnership porterà a maggiori efficienze operative, decarbonizzerà ulteriormente le operazioni terminalistiche e aprirà la strada a pratiche più ecologiche per il settore logistico”.

Questa collaborazione è parte integrante della più ampia iniziativa di Einride con il governo degli Emirati Arabi Uniti, che punta ad accelerare il percorso della regione verso una mobilità sostenibile. L’ecosistema di Einride, che comprende veicoli elettrici e autonomi, infrastrutture di ricarica e tecnologia di trasformazione, sarà distribuito su larga scala in tutta la rete Falcon Rise, segnando un passo significativo verso un futuro più sostenibile ed efficiente nel trasporto marittimo.

Il porto di Jebel Ali è stato recentemente classificato come il decimo porto per container più trafficato al mondo da Alphaliner, una delle principali fonti di dati, analisi e approfondimenti sul settore del trasporto marittimo di linea globale, sulla base del volume totale di container nel 2023.

Leggi anche: Dalla svedese Einride il camion elettrico rivoluzionario T-Pod

In primo piano

Articoli correlati

L’editor francese TDI apre una filiale in Italia

TDI, leader francese nelle soluzioni software di gestione dei trasporti (CMS), ha annunciato il suo arrivo in Italia con l’apertura di un ufficio commerciale a Milano. Il Country Manager a capo della filiale italiana dell’editor è Matteo Moretto, con 23 anni di esperienza nel settore dei trasporti....