La casa farmaceutica tedesca NOWEDA, con sede a Essen, sta attualmente testando i furgoni Opel Vivaro-e e Opel-Vivaro-e Hydrogen per le consegne di medicinali (qui un altro interessante progetto che, invece, coinvolge i camion Scania). Naturalmente, le consegne vengono effettuate rispettando le rigorose linee guida europee, che impongono il trasporto di prodotti delicati come i farmaci in veicoli con vano di carico isolato e termoregolato a una temperatura compresa tra 15 e 25 gradi.

Trasporto farmaci a emissioni zero: dall’idrogeno…

Più nello specifico dei due veicoli, l’Opel-Vivaro-e Hydrogen è stato allestito da CSA ClimaVan Solutions Automotive. Gli specialisti tedeschi hanno installato un’unità di raffreddamento e riscaldamento sviluppata da loro sotto il tetto del vano di carico; gran parte dei tubi e dei cavi di alimentazione sono protetti da pannelli. Secondo le BPD, le buone pratiche di distribuzione disciplinate a livello europeo, nei veicoli elettrici a batteria o a idrogeno il compressore per il raffreddamento e il riscaldamento non deve essere alimentato dal motore elettrico del veicolo stesso, bensì da batterie separate ricaricabili dall’esterno. La soluzione proposta da CSA prevede il riscaldamento ad aria.

…al veicolo full electric a batterie

Anche nell’Opel Vivaro-e a batterie, convertito da Fahrzeugbau Dülmer, il vano di carico è caratterizzato da materiali antiscivolo e strutture solide e al tempo stesso leggere. A differenza di CSA, Dülmer si è affidata all’isolamento completo delle pareti laterali e del divisorio per la soluzione testata nella propria camera climatica. Ciò al duplice scopo di mantenere più a lungo la temperatura desiderata nel vano di carico e di facilitare il trasporto di contenitori di medicinali impilabili, grazie a pareti dalle superfici lisce e regolari.

trasporto-farmaci-opel-vivaro-2

Anche nel caso del veicolo full-electric, l’unità di raffreddamento e riscaldamento, prodotta da Webasto, è montata nel tetto del vano di carico, con il compressore, il condensatore e l’essiccatore situati nell’alloggiamento della ruota di scorta. L’unità per il riscaldamento dell’acqua è posizionata sotto il pavimento. Con la soluzione adottata da Dülmer, la batteria separata e l’unità di controllo si trovano in un alloggiamento posto nel vano dietro al sedile di guida. La temperatura del vano di carico può essere regolata tramite l’unità posta nella console centrale.

Joachim Glass, Key Account Manager nel reparto Allestimenti veicoli commerciali e soluzioni speciali di Opel, ha dichiarato: “NOWEDA è uno dei nostri clienti principali e ha numerosi veicoli Opel nella propria flotta. Da molti anni mostra un grande interesse per i veicoli ad alimentazione alternativa. L’azienda considera l’idrogeno e la tecnologia a celle a combustibile un’opportunità promettente per rendere la propria flotta più sostenibile ed ecologica. È nostro compito essere in grado di offrire soluzioni adeguate con i nostri van e con i partner giusti, collaudati e approvati.”

In primo piano

100 nuovi IVECO S-Way alimentati ad HVO per il gruppo SMET

SMET ha scelto 100 nuovi IVECO S-Way Fuel Hero da 490 cavalli, che saranno consegnati nel corso di quest'anno e destinati ad attività di trasporto lungo l'intero territorio nazionale. I 100 IVECO S-Way Fuel Hero da 490 cavalli, modello AS440S49T/P, sono trattori a due assi dotati di motore Cursor 13...

Transpotec Logitec 2024, i temi chiave e il programma

A meno di un mese da Transpotec Logitec, ecco il programma formativo che animerà le quattro giornate. I temi chiave dell’evento – la transizione energetica, il mercato e le professioni, l’impatto sulla mobilità urbana, l’innovazione e la sicurezza – saranno affrontati attraverso un ricco programma d...

Articoli correlati