stv

Mercedes-Benz Vans ha annunciato l’arrivo di un ampio rinnovamento tecnologico per il suo Large Van di punta, lo Sprinter. Novità che riguarderanno sia la catena cinematica che il design della carrozzeria. Stando a quanto ribadito da Ulf Zillig, Responsabile dello sviluppo della divisione, lo Sprinter “non solo in autostrada, sulle strade extraurbane o nel traffico urbano: anche sulle strade non asfaltate offrirà presto un’esperienza di guida particolarmente rilassata e quindi maggiore sicurezza, realizzando ancora una volta ciò che da sempre caratterizza la serie”.

Mercedes-Benz Sprinter, motore Diesel da 2 litri in ben quattro classi di potenza

Mentre il potente quattro cilindri Diesel OM 654 era finora disponibile solo per lo Sprinter in versione furgone e autotelaio a trazione posteriore, Mercedes-Benz offre oggi il propulsore come unico motore a combustione per tutte le versioni, inclusa la nuova variante a trazione integrale. Classificato secondo le norme sulle emissioni di gas di scarico Euro VI-E ed Euro 6d, l’OM 654 può essere ordinato – a seconda della variante di trazione e di carrozzeria selezionata – in ben quattro classi di potenza con 84 kW/114 CV, 110 kW/150 CV, 125 kW/170 CV e 140 kW/190 CV.

Il quattro cilindri derivato dal settore autovetture di Mercedes-Benz vanta un comfort acustico e vibrazionale ulteriormente migliorato rispetto al suo predecessore. Oltre alle caratteristiche di marcia più fluide e alla maggiore potenza di trazione, questo si traduce in una piacevole silenziosità all’interno del veicolo e nella riduzione dei rumori fastidiosi.

Sprinter
Mercedes-Benz Speed Delivery Door

Il cambio automatico 9G-TRONIC sostituisce il 7G-TRONIC PLUS

Dall’attuale gamma di autovetture Mercedes-Benz riprende anche la combinazione del modernissimo motore Diesel da 2 litri dello Sprinter con il comodo cambio automatico 9G-TRONIC. Quest’ultimo sostituisce il precedente 7G-TRONIC PLUS. Insieme alle spiccate caratteristiche di overdrive, le sue nove marce mantengono bassi i regimi del motore in quasi tutte le situazioni di guida, con un notevole risparmio nei consumi di carburante e vibrazioni e rumorosità ulteriormente ridotte.

Gli elementi idraulici ottimizzati consentono inoltre cambi di marcia rapidi e appena percettibili, praticamente senza interruzione della potenza di trazione. Il sistema ‘Drive Select’ e i paddle al volante consentono al conducente di intervenire manualmente per cambiare marcia. Un ulteriore punto a favore: nonostante due marce aggiuntive, il cambio automatico 9G-TRONIC richiede lo stesso spazio di installazione ridotto del suo predecessore 7G-TRONIC PLUS. Nella gamma rimane disponibile il cambio manuale a 6 marce.

Sprinter

Mercedes-Benz Sprinter, arriva la nuova trazione integrale

E’ possibile ordinare lo Sprinter non soltanto con trazione anteriore e posteriore, ma anche con trazione integrale con un sistema completamente rinnovato, anch’esso parzialmente derivato dall’attuale sistema modulare Mercedes-Benz Cars. A differenza del precedente sistema inseribile, che in modalità 4×4 erogava il 35% della coppia all’asse anteriore e il 65% all’asse posteriore, la nuova trazione può distribuire le coppie motrici in modo completamente variabile tra i due assi a seconda della situazione e senza alcun input da parte del conducente (Torque-on-demand).

rOltre ai vantaggi nel comfort di guida, a partire da questo mese lo Sprinter offrirà anche un ulteriore vantaggio in termini di ergonomia e sicurezza, grazie all’innovativo sistema di porte scorrevoli “Speed Delivery Door” che sarà disponibile franco fabbrica. Si tratta di una doppia porta basculante automatica sul lato passeggero, comandata da sensori, che sostituisce, a richiesta, la porta scorrevole laterale del vano di carico.

In primo piano

Articoli correlati