La Concessionaria MAN Nord Diesel di Tavagnacco ha inaugurato di fianco alla sua sede, a pochi chilometri del casello di Udine Nord, una stazione di ricarica per van e auto elettriche. Lo ha annunciato la stessa MAN Truck & Bus Italia, riconfermando l’attenzione per la transizione ecologia, in questo caso intesa non solo come ricambio del parco veicolare verso motorizzazioni elettriche o a gas, ma anche come potenziamento della rete delle infrastrutture di ricarica. In Italia, infatti, si calcola che ci siano 26 mila punti di ricarica attivi ma ne servirebbero 3 milioni. Una sfida epocale, al centro delle spinte propulsive del PNRR per il rilancio infrastrutturale ed ecologico dell’Italia.

Al taglio del nastro erano presenti oltre alle tre generazioni della famiglia Pontarini, il sindaco di Tavagnacco Moreno Lirutti con l’assessore alle politiche energetiche Giulia Del Fabbro. “Siamo stati la prima concessionario MAN in Italia ad abbracciare le trazioni elettriche e dotarci in officina di un’attrezzatura specifica per questi veicoli -­ spiega Tiziana Pontarini, una dei titolari della Nord Diesel -­. L’inaugurazione della EV Station (EV è l’acronimo di Electric Vehicle, ndr) chiude il cerchio di questo nostro virtuoso impegno per la promozione dell’elettro mobilità. È infatti nostra ferma convinzione che non ci sarà transizione ecologica verso forme di trazione più pulite se gli utenti, sia del trasporto sia i normali automobilisti, non saranno educati e invogliati ad avvicinarsi a questi veicoli. L’offerta di prodotto è sempre più ampia e variegata ma se la ricarica diventa problematica e fonte di contrattempi, allora tutti gli sforzi spesi in tale direzione saranno inutili. EV Station nasce proprio per questo, vuole essere il nostro contributo per cominciare a gettare le basi per una nuova cultura del trasporto elettrico”.

MAN, da Udine per il potenziamento delle rete di ricarica elettrica in Italia

La nuova stazione sorge proprio a fianco della Concessionaria MAN. Il layout prevede otto piazzole di ricarica, quattro per la carica ultraveloce a 75 kW e quattro con la carica a 22 kW. Per avere un ordine di grandezza, con la prima un furgone MAN eTGE può essere ricaricato completamente in una quarantina di minuti, con la seconda in meno di 2 ore. La stazione è sempre aperta e disponibile per chiunque ne abbia necessità, 24 ore su 24. Il suo allestimento è stato curato dalla GasGas Srl, una dinamica startup fortemente impegnata sul fronte della promozione e crescita della mobilità elettrica, proprio puntando sul potenziamento infrastrutturale delle stazioni di ricarica.

Come già sottolineato da più parti, lo sviluppo delle infrastrutture rimane un fattore essenziale per la trasformazione del settore dei trasporti e in questo ambito il sostegno politico è indispensabile. Il Gruppo TRATON, di cui MAN Truck & Bus fa parte, vuole dare un contributo in tal senso per creare una rete di ricarica ad alte prestazioni in Europa come parte di una joint venture internazionale che coinvolge anche altri costruttori. Ma l’impegno di MAN si concretizza soprattutto attraverso l’offerta di una consulenza dedicata, essenziale per favorire il passaggio dei clienti a veicoli elettrici per un trasporto sostenibile. Dall’analisi del percorso all’ottimizzazione della flotta, dall’infrastruttura di ricarica alla valutazione dei costi, il servizio di consulenza gestisce l’intera fase operativa affiancando il cliente nelle scelte più adeguate per il suo business.

In primo piano

[Video] DAF XB: agile e versatile in versione cabinato

L’XB è l’ultima, ma solo in ordine di tempo, declinazione della fortunata New Generation di DAF. Un veicolo pensato soprattutto per applicazioni di corto e medio raggio che si presta a svariate tipologie di allestimento, grazie a uno sforzo ingegneristico notevole per agevolare il lavoro degli alles...

Articoli correlati