MAN eTGM, prosegue l’impegno del Leone per un’Europa a zero emissioni

MAN e sostenibilità: una dicotomia che prosegue, nonostante le difficoltà della transizione verso powertrain a zero emissioni – la vera sfida del secolo negli intenti delle case produttrici – colpita, anche lei, dallo tsunami coronavirus. Consapevole dell’importanza di questa sfida epocale, il 6 maggio la casa del Leone ha infatti consegnato un MAN eTGM, completamente elettrico, alla società Friedrich Wenner GmbH, un’azienda tedesca con una lunga tradizione nella produzione di scatole e imballaggi alimentari.

Il MAN eTGM, da 26 tonnellate, vanta un’alimentazione elettrica da 264 kW, con una coppia massima di 3.100 Nm, capace di sprigionare 360 CV. Allestito con un cassone per il trasporto dei prodotti, da assemblare o già finiti, può sfruttare l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico dell’azienda per ricaricarsi. Un vicolo, quindi, senza emissioni nocive, pulito e silenzioso.

MAN eTGM

MAN eTGM e Friedrich Wenner GmbH, un approccio olistico e di risparmio delle risorse

“Con l’introduzione di questo veicolo elettrico stiamo ancora una volta dimostrando il nostro impegno verso una gestione delle attività aziendali più ecologica. MAN eTGM si integra perfettamente nelle ampie misure che abbiamo intrapreso, negli ultimi anni, per ridurre in modo sostenibile le emissioni di CO2 della nostra azienda”, ha affermato Stephan Potthoff- Wenner, spiegando l’approccio olistico e di risparmio delle risorse intrapreso dall’azienda, specializzata nello sviluppo e produzione di cartoni per alimenti.

Ciò include la gestione e il riciclo sostenibile dei rifiuti e l’ottimizzazione dell’efficienza energetica nella produzione, nonché la creazione di energia attraverso un impianto fotovoltaico presente sul tetto dell’azienda. L’operazione di ricarica del veicolo, sfruttando l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico, rende l’azienda particolarmente rispettosa dell’ambiente.

Per quanto riguarda il comfort di bordo il veicolo dispone di servosterzo, impianto di aria condizionata e il compressore d’aria alimentati elettricamente così come le altre dotazioni del veicolo quali sollevatori e unità di raffreddamento. L’energia prodotta nelle fasi di decelerazione e in frenata viene recuperata, convertita in energia elettrica e immessa nuovamente nelle batterie. Un display in cabina informa l’autista sul livello di carica delle batterie. Il camion è alimentato da batterie agli ioni di litio ad alte prestazioni –  fino a 200 chilometri di autonomia a seconda del tipo di utilizzo – montate sotto la cabina ai lati del telaio.

MAN eTGM

La strada verso un’Europa a zero emissioni

“La strada che porta dalle “basse emissioni” a “zero emissioni” non è semplice e immediata e le aziende di trasporto e i gestori delle flotte si trovano ad affrontare una serie di sfide che esulano dal singolo veicolo – prosegue la nota. “Per dare supporto e accompagnare i clienti nel passaggio alla tecnologia elettrica MAN Truck & Bus ha costituito un team di consulenti specializzati, denominato Transport Solutions, il cui compito è quello di trovare soluzioni di trasporto personalizzate e altamente redditizie”.

Inoltre per gli autisti è previsto un corso di guida appositamente pensato, dagli esperti MAN ProfiDrive, per spiegare come ottimizzare l’utilizzo di un veicolo elettrico. Il camion elettrico consegnato a Friedrich Wenner GmbH è uno dei primi veicoli che MAN consegnerà a vari clienti, in tutta Europa, nel corso del 2020. Da settembre 2018, nove aziende appartenenti all’Austrian Council for Sustainable Logistics (CNL) stanno utilizzando per le proprie attività distributive e di trasporto 9 veicoli MAN eTGM.

2020-05-14T09:49:46+02:0014 Maggio 2020|Categorie: LOGISTICA, TRUCK|Tag: , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio