MAN eMobility Experience è il nuovo approccio olistico che MAN intende adottare in vista del 2024, snodo fondamentale per il percorso di elettrificazione che il gruppo tedesco intende portare avanti. Sì, perché nel 2024 dovrebbe vedere la luce il primo truck elettrico per lunghe percorrenze realizzato da MAN: il prototipo è stato in mostra alla scorsa edizione di IAA Transportation, a settembre e sta attualmente attraversando una fase di test alla quale stanno partecipando diverse aziende di trasporto su scala europea.

MAN eMobility Experience: di che si tratta?

L’approccio definito, appunto, come eMobility Experience, però, comprende anche altri passaggi fondamentali, come la capacità di produrre internamente le batterie, per cui MAN si sta attrezzando in Germania a partire dal 2025, la realizzazione di tecnologie di ricarica ‘fast’ (megawatt charging) e la consulenza a 360 gradi a disposizione di clienti o potenziali clienti. “Il nostro nuovo eTruck elettrificherà il trasporto a lunga percorrenza a partire dal 2024″, ha puntualizzato il CEO di MAN, Alexander Vlaskamp. “MAN viaggerà quindi elettricamente e senza emissioni di CO2 in
tutte le aree di prodotto: dai furgoni agli autobus urbani, dai camion per la distribuzione ai camion pesanti a lunga percorrenza”.

man elettrici

All’IAA abbiamo aperto le prenotazioni per il primo lotto del nuovo eTruck perché dalla metà del decennio sarà più economico viaggiare a batteria che con un diesel convenzionale. Entro il 2030, metà dei nostri veicoli venduti nell’UE dovrebbe avere sistemi di trasmissione a emissioni zero. Ma perché ciò avvenga, l’infrastruttura di ricarica deve essere efficiente: oggi il governo federale tedesco ha adottato il ‘Piano generale per le infrastrutture di ricarica II’ che,
per la prima volta, include anche lo sviluppo dell’infrastruttura di ricarica per i camion elettrici. Questo è un primo importante passo, ma gli obiettivi per le stazioni di ricarica devono essere più concreti”. Chissà che possa presto seguire anche l’Italia…

Ci si prepara per la svolta elettrica

MAN ha già prodotto 20 prototipi della futura e-lion nel suo eMobility Center presso lo stabilimento principale di Monaco. MAN intende rendere la sua produzione più flessibile per favorire l’accelerazione verso l’elettromobilità nel segmento dei veicoli commerciali pesanti: così i camion diesel o elettrici possono essere prodotti su un’unica
linea, nonostante componenti diversi, a seconda delle esigenze della domanda. Anche la forza lavoro è preparata e in larga misura già formata per la nuova tecnologia elettrica. Entro la fine del 2023, dichiara MAN, tutti i lavoratori dedicati alla produzione saranno qualificati per la produzione in serie di autocarri elettrici.

Per quanto riguarda la produzione di batterie, nello stabilimento MAN di Norimberga, a partire dal 2025, verranno prodotti circa 100mila gruppi batteria all’anno. Il nuovo eTruck utilizza già la terza generazione di batterie MAN. Oltre all’autonomia, lo sviluppo delle batterie MAN si concentra anche sulla sicurezza in caso di incidente, sulla durata, sulla resistenza alle vibrazioni e sulla temperatura.

In primo piano

DKV LIVE: quando la flotta è a portata di clic

L'avanzato sistema di gestione e tracciamento delle flotte di DKV è una soluzione che rivoluziona la vita dei fleet manager ma anche un sistema tecnologico che incrementa performance, sostenibilità e sicurezza degli autotrasporti.

Articoli correlati