Il programma Customer First è stato implementato da MAN con l’obiettivo di monitorare costantemente la soddisfazione dei clienti, fornendo alla casa informazioni in modo dettagliato e tempestivo. Un sistema di interviste e un portale in grado di elaborare rapidamente i risultati fanno emergere le valutazioni dei clienti MAN dopo ogni esperienza di vendita, assistenza e in caso di panne. Il programma, attivo dal 2016, è stato migliorato nel 2021 con la versione “2.0” che prevede un nuovo format per la somministrazione e la gestione delle interviste e una più agevole consultazione dei risultati.

MAN Customer First: i risultati del 2021

Nel 2021 sono state effettuate 2.484 interviste. Per quanto riguarda il servizio di assistenza ordinaria (manutenzione o riparazione) – fa sapere MAN Truck & Bus Italia – su una scala da 1 a 5 la media delle votazioni si attesta tra il 4,7 e il 4,8: in particolare, i clienti hanno premiato la disponibilità e l’impegno della Rete di Assistenza MAN. Per la vendita, nonostante abbiano indubbiamente pesato sul giudizio finale i ritardi nelle consegne dovute alle problematiche internazionali di approvvigionamento, il valore si attesta poco sotto il 4,5 e il 4,6. Citazione a parte merita il servizio di assistenza stradale che, se da un lato si potrebbe immaginare come la situazione più critica, in realtà si colloca abbondantemente oltre quota 4 stelle.

Potrebbe interessarti

Il numero di “Hot Alert” ricevuti (1 o 2 stelle su 5) è stato rilevato soltanto 85 volte (meno del 4% del totale delle interviste). Sempre secondo la filiale italiana del costruttore tedesco, “tutti gli indici rilevati nel corso del 2021 hanno segnato un miglioramento rispetto ai dati dell’anno precedente certificando l’ulteriore crescita del livello qualitativo offerto oggi da MAN in Italia”.

Le novità della versione “2.0”

Sempre a partire dal 2021, il campo di indagine in precedenza riservato ai soli clienti truck è stato esteso agli operatori autobus e dei veicoli commerciali offrendo dunque una fotografia anche cross-settoriale della clientela MAN. Nel caso di “Hot Alert”, la prassi prevede che la struttura MAN interessata (avvisata al massimo dopo 24 ore dall’intervista) debba contattare il cliente per comprendere e approfondire i punti contestati e attivare misure adeguate a colmare le eventuali lacune o inefficienze. La versione “2.0” del programma CustomerFirst ha anche raggruppato le domande in poche macro categorie per una maggiore chiarezza e semplicità.

In primo piano

RT Rent Srl: nasce un nuovo servizio nel gruppo Realtrailer

Annunciata dall'AD Stefano Savazzi, la nuova società del gruppo è dedicata al noleggio di semirimorchi nuovi e usati. RT Rent, che vedrà la direzione commerciale di Roberto Orlando, già direttore commerciale della stessa Realtrailer, parte con una flotta iniziale di semirimorchi selezionati tra i tr...

[Video] DAF XB: agile e versatile in versione cabinato

L’XB è l’ultima, ma solo in ordine di tempo, declinazione della fortunata New Generation di DAF. Un veicolo pensato soprattutto per applicazioni di corto e medio raggio che si presta a svariate tipologie di allestimento, grazie a uno sforzo ingegneristico notevole per agevolare il lavoro degli alles...

Articoli correlati

Brennero e ponte Lueg, una questione irrisolta

Ancora una volta la decisione è stata presa in modo unilaterale dall’Austria, pur trattandosi di un corridoio europeo della rete TEN-T. Per questo motivo le associazioni dell’autotrasporto hanno inviato una lettera-appello al ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini.

Incentivi nuova Sabatini, le domande dal 1° ottobre 2024 

Per usufruire degli incentivi previsti dalla nuova Sabatini, sarà possibile inviare la domanda dal 1° ottobre. La nuova Sabatini, regolamentata dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT), è finalizzata a sostenere i programmi di investimento e i processi di capitalizzazione delle piccol...