Dal 1° dicembre 2020 Enrique Enrich è amministratore delegato di Italscania. Brasiliano, da più di vent’anni in Scania, ha trascorso gli ultimi cinque anni in Messico come Ad di Scania Messico. E, reduce da un giro per l’Italia per conoscere la rete nostrana, ci dice che situazione ha trovato, quali umori e aspettative dopo un anno di Covid.

«Per la precisione, sono da 23 anni in Scania, la metà dei quali trascorsi come Ad nelle varie filiali. A proposito del giro che ho fatto in Italia, devo dire che non ho trovato una situazione difficile. Abbiamo un mercato forte che l’anno scorso ha sì sofferto ma non vedo, per il numero di ordini e per quello dei clienti, tra cui molti nuovi, un momento difficile per la vendita. Stiano attraversando un momento complesso per l’economia e per la società intera e dobbiamo prenderci cura dei nostri collaboratori». L’AD di Scania Italia ha subito sottolineato la centralità del cliente, che va prima ascoltato per offrirgli la soluzione migliore e poi seguito. Ancor di più quando si parla di transizione energetica, di trazioni alternative e anche del mitico 8V.

Maggiori dettagli nell’articolo dedicato e sullo sfogliabile del numero di aprile.

In primo piano

Articoli correlati

LA LOGISTICA DEL VACCINO – Il primo appuntamento di ZEROGRADI 2021

Direttamente dagli studi di Telenord a Genova, la nuova cornice da cui verranno trasmessi gli appuntamenti organizzati da evenT, i direttori delle testate Vado e Torno e Trasportare oggi in Europa Maurizio Cervetto e Luca Barassi, come di consueto, hanno dato il via al dibattito del primo evento di ...