In Germania l’esenzione del pagamento dei pedaggi autostradali per i mezzi pesanti è sempre più vicino: Karl Holmeier, membro della Commissione Parlamentare per il Traffico e del Parlamento tedesco, ha infatti rimarcato la volontà delle istituzioni tedesche di ampliare i progetto di esenzione dei pedaggi per i mezzi oltre le 7,5 tonnellate alimentati a gas naturale, sia compresso (CNG) che naturale (LNG). In una nota IVECO ha affermato di accogliere con favore la decisione del Parlamento tedesco.

L’estensione delle esenzioni dai pedaggi autostradali (MAUT) in Germania fu inizialmente introdotta l’1 gennaio 2019: ora il Parlamento e il Consiglio Federale tedesco hanno in previsione di prorogarla fino al 31 dicembre 2023.

Germania

IVECO: bene l’estensione dei pedaggi in Germania. Ridotto ulteriormente il TCO per le aziende

“L’estensione andrà a vantaggio degli operatori le cui flotte includono i mezzi pesanti IVECO Natural Power – prosegue il comunicato dell’azienda torinese – impiegati sia sulle strade tedesche che sulle tratte internazionali per via della posizione centrale del Paese, che rappresenta un vero e proprio crocevia del trasporto europeo a lungo raggio. L’esenzione dai pedaggi andrà a ridurre ulteriormente il Costo Totale di Esercizio (TCO) dei veicoli IVECO Natural Power, aumentando i vantaggi economici e migliorando il ritorno sull’investimento in questi veicoli. In combinazione con l’espansione della rete di distribuzione del gas naturale, ciò conferirà un nuovo slancio alla transizione verso questa tecnologia pulita e decisamente più silenziosa”.

L’IVECO S-WAY NP e l’IVECO X-WAY NP sono i mezzi pesanti a gas naturale di ultima generazione dell’azienda torinese che beneficeranno di queste esenzioni in Germania, continuando a viaggiare gratuitamente sulle autostrade tedesche: “un nuovo vantaggio economico che va ad aggiungersi ai numerosi benefici già offerti agli operatori logistici e alle imprese di costruzione”. I mezzi ad alimentazioni alternative possono infatti contare su una rete di distribuzione del gas naturale capillare, che copre già le principali vie di trasporto europee, in continuo sviluppo: il numero di stazioni di rifornimento di LNG passerà da 249 (nel 2019) a oltre 450 (nel 2022).

Inoltre, dal 1° gennaio 2020 è entrato in vigore un emendamento alle normative fiscali per il gas naturale, in virtù del quale l’LNG è stato finalmente classificato come gas e quindi non più soggetto alla tassazione sui combustibili fossili.

Germania

La sostenibilità del futuro, per un’Europa a zero emissioni

“IVECO accoglie con favore la notizia che la Commissione Parlamentare per il Traffico abbia proposto di discutere in Parlamento l’estensione dell’esenzione dai pedaggi autostradali per i mezzi pesanti a gas naturale – esordisce Thomas Hilse, IVECO Brand President -. La decisione finale, attesa a giugno, rappresenterebbe un chiaro riconoscimento dei vantaggi ambientali offerti da questa tecnologia nel percorso verso l’azzeramento delle emissioni. L’infrastruttura di rifornimento dell’LNG è in costante espansione, con l’inaugurazione di un sempre maggior numero di nuove stazioni di rifornimento, come quella aperta di recente a Potsdam. In combinazione con l’espansione della rete di distribuzione e le attuali sovvenzioni governative a supporto di questo carburante, questa estensione confermerebbe ai nostri clienti che la transizione verso l’LNG non può essere fermata – e, con il biometano, può arrivare alle tanto agognate emissioni zero.”

Insomma una serie di fattori, dalla riduzione del TCO all’ampliamento della rete di distribuzione fino agli incentivi governativi, che sicuramente favorirà la transizione verso i powetrain sostenibili, con un occhio puntato ad un futuro a zero emissioni. Una tematica a noi cara, tanto che nel numero di Vado e Torno di maggio, dopo l’annuncio dell’alleanza tra il Gruppo Volvo e Daimler Truck per il supercamion ad idrogeno, abbiamo confrontato alcuni dei mezzi a LNG pensati per il lungo raggio presenti sul mercato. Tra di loro troviamo il predecessore dell’IVECO S-WAY, ovvero lo STRALIS NP 460. Vi ricordiamo che il numero di maggio è sfogliabile gratuitamente, come iniziativa di solidarietà per i nostri lettori, in un momento complicato per l’Italia e il mondo intero.

In primo piano

Nuova vita ai teloni da camion usati? Ci pensa Freitag

Dare una seconda vita a un materiale di scarto, come i teloni da camion usati. È stata questa, già nel 1993, l’intuizione dei due graphic designer Markus e Daniel Freitag, che erano alla ricerca di una borsa funzionale, idrorepellente e robusta per i loro progetti. 

[VIDEO] MAN TGX 18.520, storia di un record

Nelle prossime settimane ripercorreremo il test da primato del MAN TGX 18.520, lo contestualizzeremo nell’ormai lunga storia del nostro Supertest da 500 km e approfondiremo alcuni aspetti specifici – dalla catena cinematica alla cabina; dai sistemi di assistenza al ruolo del driver – che hanno porta...

Articoli correlati

Guidare elettrico in inverno: i consigli di Geotab

L’abbassamento delle temperature tipico della stagione più fredda può rappresentare una sfida per i veicoli elettrici, le cui batterie possono essere messe alla prova in termini di consumi e durata. Per questo, Geotab ha identificato alcuni consigli per massimizzare le prestazioni dei mezzi a propul...