“Siamo italiani, ma fortemente ‘deutsch oriented’. Ci muoviamo passo dopo passo, coerentemente alla sensibilità del mercato”. Parola di Walter Schiavi, Direttore generale di Diesel Technic Italia. Ci troviamo nel nuovissimo hub logistico di Aversa, la seconda sede in Italia, dopo quella veronese, inaugurata a novembre 2016. Perché un centro logistico nell’area metropolitana di Napoli (amministrativamente in provincia di Caserta)? La risposta è nella rapidità delle consegne e nella qualità del servizio, stella polare dell’azienda tedesca. In Italia l’indice di evasione degli ordini corrisponde al 91,52%, l’obiettivo è il 95%.

diesel technic italia
Walter Schiavi

A Verona il servizio è a 360 gradi, del tipo ‘collect’, quando i clienti stessi provvedono a ritirare la merce, e ‘overnight’, tramite corriere. Risalendo dalla Toscana verso nord, forniamo anche il ‘same day delivery’. L’ordine perviene prima delle 11, la consegna è effettuata entro il pomeriggio” precisa Schiavi, che aggiunge: “si può garantire questo servizio non oltre i 300 chilometri di raggio”.

Potrebbe interessarti

Diesel Technic Italia allarga i suoi orizzonti

Il progetto ‘Aversa’ è stato concepito nel 2021, con la consapevolezza che Verona si stava saturando. La firma del contratto risale all’ottobre 2022, anno record del fatturato a livello globale. “La casa madre ha preso atto della crescita della filiale e ha approvato gli investimenti necessari. La crescita in doppia cifra, sia in direzione nord che in direzione centro-sud, registrata anche durante la pandemia, ci autorizza a prevedere un ulteriore slancio. Ci riteniamo ancora in luna di miele con il mercato italiano”. Ad Aversa sono attualmente allocati 13 mila articoli, dei 25mila disponibili in Italia. Il quartier generale tedesco ha autorizzato il potenziamento del 50% dello stock in Campania.

diesel technic italia

Non c’è sola la contabilità degli investimenti, in questo raddoppio logistico. C’è ben altro da raccontare e a questo punto, la storia, si fa ancora più interessante. Al Centro-Sud, infatti, il parco circolante è egemonizzato da Iveco, mentre il Nord premia maggiormente i marchi stranieri. Su scala nazionale, Iveco siede sul terzo gradino del podio di Diesel Technic Italia, preceduto da Scania e Mercedes. È paradigmatico il trasferimento di 1.600 codici da Verona ad Aversa, prevalentemente ascrivibili alla ricambistica per Iveco.

Lo schema logistico applicato ad Aversa

Lo schema organizzativo e la gestione logistica e funzionale rifletteranno lo standard di Diesel Technic? Schiavi ci tiene a sottolineare che alla filiale di Aversa hanno applicato gli stessi criteri di Verona. In questo momento è un puro hub logistico, con la missione, una volta diventato ‘grande’, di gestirsi in modo autonomo. Gli ordini sono sbrigati integralmente a Verona, dove avvengono la verifica e l’aggiornamento degli articoli mancanti e il ‘re-order point’. Quasi il 99% dell’inserimento ordini avviene dal portale. 

diesel technic italia-4

Due camion dalla Germania riforniscono Verona, ogni martedì e giovedì. In questa fase un solo tir raggiunge la filiale di Aversa su base settimanale. Claudio Pietropaolo, direttore commerciale di Diesel Technic Italia, aggiunge: “Presso la nuova sede è possibile effettuare ordini fino alle 18:30 per spedizioni tramite corriere nazionale, e fino alle 19 per il ritiro presso deposito. Rispetto al passato, per Sicilia e Calabria i tempi di consegna si riducono a 24 ore, per ordini effettuati entro le 18:30. Per la Puglia è ora disponibile il servizio ‘same day delivery’, con consegna garantita in giornata per gli ordini effettuati entro le ore 10:50”.

In primo piano

Articoli correlati

Transpotec Logitec 2024, i temi chiave e il programma

A meno di un mese da Transpotec Logitec, ecco il programma formativo che animerà le quattro giornate. I temi chiave dell’evento – la transizione energetica, il mercato e le professioni, l’impatto sulla mobilità urbana, l’innovazione e la sicurezza – saranno affrontati attraverso un ricco programma d...