Dalla prima generazione di Renault Master, commercializzata nel 1980, sono state vendute oltre tre milioni di unità, sempre prodotte in Francia a Batilly, nei pressi di Metz. Una storia importante, che dura da oltre 40 anni per le prime tre generazioni, ed un successo che lascia il segno, con un posto da leader storico della categoria sul mercato europeo. Renault Master, commercializzato in oltre 50 Paesi, è entrato sul mercato sudamericano dal 1990. Ora, la quarta generazione si appresta a portare avanti questo successo.

«Con Nuovo Renault Master abbiamo cercato di avvicinarci il più possibile alla definizione del furgone ideale. Gli artigiani, gli imprenditori e i gestori di flotte troveranno un furgone che fa un vero e proprio salto di qualità, in grado di sostenerli in qualsiasi momento, per raggiungere la massima produttività. Un furgone su cui si può contare come su un vero partner nella vita professionale di tutti i giorni, indipendentemente dal tipo di alimentazione», afferma Hélène Carvalho, Responsabile del Programma Renault Master.

Il Nuovo Renault Master, svelato in questi giorni a Solutrans, propone un ambiente interno di grande qualità, simile a quello delle autovetture della gamma Renault. La plancia a forma di S, orientata verso il conducente, contribuisce ad aumentare lo spazio nell’abitacolo. I Materiali premium e il display da 10”, di serie su tutta la gamma, conferiscono un tocco di tecnicità che risulta molto piacevole alla vista. I toni scuri delle finiture esaltano ulteriormente l’effetto cocoon dell’abitacolo ultramoderno. Il volante, tratto dalla gamma delle autovetture, è ora regolabile in altezza e profondità, permettendo al conducente di trovare la miglior posizione di guida. Nelle versioni dotate di cambio automatico, la leva del cambio è ora al volante, per un maggior comfort e sicurezza di guida.

Grazie a molteplici vani portaoggetti sulla plancia, porta-bevande laterali, cassetto portaoggetti, vano sottotetto e tasche a due livelli nelle porte il volume dei vani portaoggetti è stato aumentato del 25% rispetto alla generazione precedente. Con un totale di 135 litri di vani portaoggetti, la quarta generazione di Master si colloca ai vertici del mercato.

Nuovo Renault Master si trasforma anche facilmente in un vero e proprio ufficio mobile. Una volta ripiegato, lo schienale del sedile centrale si trasforma in tavolino, mentre la seduta si solleva, dando accesso al vano previsto per riporre il PC. Le prese USB-C consentono di alimentare i dispositivi elettronici. Ogni singolo dettaglio è stato pensato per un uso quotidiano intensivo, come le soglie esterne delle sedute in TEP più resistenti, che rendono più facile salire e scendere e si mantengono inalternate nel tempo. Sono disponibili molteplici opzioni per i sedili: sedili sospesi, rotanti, singoli, e 3 versioni di panchette, in 2 tessuti più TEP.

Un design rinnovato

Nuovo Renault Master ispira affidabilità, robustezza e sicurezza. Il maestoso frontale contribuisce ampiamente a trasmettere quest’impressione, con un’esclusivo stile che rimanda al mondo dei veicoli pesanti. Si fregia della nuova visual identity del brand Renault, con il nuovo logo e la firma luminosa a forma di C (C-Shape), ma anche i fari Full LED di straordinarie dimensioni che si sviluppano intorno all’imponente griglia della calandra. Nell’allestimento alto di gamma, quest’ultima è sottolineata da una maschera a forma di U in tinta carrozzeria o nero granulato. Sono disponibili 7 tinte di carrozzeria e oltre 300 colori speciali.

Le proporzioni sono state studiate con cura per offrire il miglior equilibrio per ogni tipo di carrozzeria. Il posteriore rastremato, per ottimizzare l’aerodinamica, è stato progettato in modo da mantenere ottime dimensioni per l’entrata posteriore e il volume utile. Il taglio del finestrino posteriore riprende i codici tipici di Master con il vetro asimmetrico, mentre i fari posteriori ripropongono la caratteristica firma luminosa C-Shape dell’anteriore.

È stato compiuto un lavoro meticoloso sulla qualità percepita e la robustezza. Ad esempio, i pannelli monoblocco delle fiancate danno un’impressione visiva di maggior solidità (soprattutto nelle versioni più lunghe) e sono strutturati per essere più rigidi ed evitare le deformazioni. Anche nel vano di carico la qualità percepita è stata migliorata, fino ai dettagli delle rifiniture e dei rinforzi.

Aerovan design, al servizio delle prestazioni energetiche

Lo straordinario lavoro compiuto sull’aerodinamica di Nuovo Renault Master ha consentito di conferirgli la miglior efficienza della categoria, indipendentemente dall’energia utilizzata. Il suo coefficiente di resistenza aerodinamica (SCx) è stato ridotto di oltre il 20%, collocandolo nettamente al di sotto della generazione precedente e di tutti i competitor.

Per conseguire questi risultati, la forma è stata studiata in ogni minimo dettaglio: cofano corto, parabrezza inclinato in avanti, design dei retrovisori, guide per il flusso dell’aria nei paraurti, posteriore rastremato, tetto spiovente ecc. Si è lavorato sull’aerodinamica anche per migliorare il comfort acustico dell’abitacolo.

Grazie agli studi in galleria del vento, Nuovo Renault Master ha ottenuto una significativa riduzione di 39 g/km a livello di emissioni di CO2, proponendo pertanto un valore inferiore ai 200 g/km. La straordinaria aerodinamica di Nuovo Master consente di avere un forte impatto anche sui consumi delle versioni elettriche, con una riduzione del 20% rispetto all’attuale Master.

Piattaforma multi-energia

Nuovo Renault Master è l’unico veicolo della sua categoria prodotto in Francia: tutte e tre le alimentazioni delle motorizzazioni e tutte le varianti della carrozzeria sono prodotte sulla stessa linea, a Batilly (nei pressi di Metz). Produzione di motori e trasmissioni, ma anche assemblaggio delle batterie avvengono in Francia, dove ha sede l’84% dei fornitori.

Per Nuovo Renault Master sono previste quattro varianti di motorizzazione Diesel Blue dCi, con potenze da 105, 130, 150 e 170 cv. Questi motori offrono notevoli vantaggi a livello di consumi (-1,5 l/100 km in media) e di emissioni di CO2 (- 39 g/km), restando così al di sotto dei 200 g/km. La trasmissione è affidata ad un cambio manuale classico o un nuovo cambio automatico EAG9 a convertitore di coppia a 9 rapporti, particolarmente efficiente.

Le versioni 100% elettriche di Nuovo Renault Master offrono due motorizzazioni, da 96 o 105 kW, entrambe in grado di erogare una coppia di 300 Nm, con una batteria dalla capacità rispettivamente di 40 kWh (180 km di autonomia in ciclo WLTP) e 87 kWh (oltre 410 km di autonomia in ciclo WLTP).

Nuovo Renault Master può, così, vantare valori record, con un carico utile di 1.625 kg con patente B, autonomia fino a oltre 410 km in ciclo WLTP e capacità di traino di 2,5 tonnellate. I consumi restano moderati, con un valore WLTP di 21 kWh/100 km per la versione dotata di batteria da 87 kWh, grazie all’innovativo sistema di termogestione. La ricarica rapida da 130 kW DC consente di recuperare 229 km di autonomia in soli 30 minuti. Al proprio domicilio, per ricaricare dal 10 al 100% bastano meno di quattro ore con wallbox da 22 kW AC.

Nuovo Renault Master è stato progettato anche per essere offerto, in futuro, nella versione a idrogeno H2 con cella a combustibile.

In primo piano

Sustainable Truck of the Year 2024: vincono MAN, DAF e IVECO

Il 31 gennaio è stata la serata della consacrazione per i campioni del trasporto sostenibile, durante la cerimonia del Sustainable Truck of the Year 2024. L'evento è stato trasmesso sul canale 68 DTT e sui canali digitali di Vado e Torno e Sustainable Truck&Van. Le immagini della premiazione.

Articoli correlati

Il nuovo Mercedes-Benz eSprinter punta sulla versatilità

Il nuovo eSprinter sarà inizialmente disponibile negli Stati Uniti e in Canada con una batteria da 113 kWh (capacità utilizzabile), mentre i mercati europei riceveranno anche una batteria da 56 kWh e 81 kWh (quest’ultima disponibile in Italia nella seconda parte dell’anno).