Il Sustainable Tour 2022 torna mercoledì 28 settembre con un convegno che si terrà a Roma presso la sede di Confitarma in P.zza SS. Apostoli 66. Dopo gli appuntamenti di febbraio e maggio, il Sustainable Tour dedica una tappa allo scottante tema della guida autonoma e al ruolo dell’autista nell’evoluzione di questa nuova tecnologia.“Guida autonoma e autista: un binomio necessario” è il titolo del convegno, organizzato come sempre da evenT.

Uno dei grandi problemi che affliggono le aziende di trasporto è l’età del personale viaggiante. Mentre i conducenti più anziani vanno in pensione, una nuova generazione di driver più giovani non è intenzionata a sostituirli. Per diversi motivi, la generazione nella fascia d’età 18-35 non è attratta dall’autotrasporto. Tendenza che non è appannaggio solo dell’Italia ma è presente su scala internazionale, impattando in tutti i settori del trasporto pesante.

L’IRU periodicamente elabora un rapporto sulla carenza di autisti a livello mondiale. E all’inizio di giugno 2022, ha rilevato come in Europa la carenza di autisti di camion nel 2021 sia aumentata drasticamente: l’incremento è stato del 42% dal 2020 al 2021, con posizioni aperte che hanno raggiunto le 71 mila unità in Romania, le 80 mila sia in Polonia sia in Germania e le centomila unità nel Regno Unito. Mentre gli operatori nella maggior parte dei Paesi prevedono per il 2022 un incremento del problema fino al 40% nella sola Europa, dove ad oggi mancano circa 380 mila conducenti.

Lo studio dell’Iru ha anche messo in evidenza che nel 2021 meno del 3% dei conducenti professionisti di mezzi pesanti erano donne, mentre gli autisti sotto i 25 anni sono una piccola minoranza, pari al 6-7% del totale degli operatori del trasporto su strada. Con tali premesse, l’età media degli autisti si sta avvicinando ai cinquant’anni e i conducenti più anziani costituiscono circa un terzo della forza lavoro disponibile

Il Sustainable Tour affronta la questione della guida autonoma

Il pensiero corre alla guida autonoma cioè al camion senza autista, che la tecnologia raggiungerà nel breve periodo. Ma la presenza a bordo del conducente rimane fondamentale per occuparsi del primo e dell’ultimo miglio e gli autisti potranno essere sostituiti dalle macchine solo su percorsi “protetti”. Nel frattempo, la rivoluzione dell’Industria 4.0 entra nella logistica introducendo nuovi sistemi di stoccaggio, movimentazione e trasporto in grado di automatizzare le attività, di raccogliere e trasmettere dati attraverso oggetti smart che comunicano fra loro e di aumentare il grado di autonomia delle macchine

I lavori inizieranno alle 14:30, con il direttore di Vado e Torno Maurizio Cervetto e il direttore di Trasportare Oggi in Europa Luca Barassi a moderare il convegno. La relazione iniziale sarà come di consueto affidata a Paolo Volta, Coordinatore didattico evenT e logistic consultant. Tra gli ospiti, interverranno Luca Sisto, Direttore generale Confitarma; Domenico Andreoli, Head of Marketing & PR Mercedes-Benz Trucks Italia; Massimo Marciani, Presidente Freight Leaders Council. Dopo una sessione di Q&A con il pubblico, l’incontro si concluderà alle 16:30.

La partecipazione è gratuita, previa registrazione a questo link.

In primo piano

Il nostro esclusivo Supertest dell’IVECO S-WAY 490

Questo è l’Iveco S-Way 490 che Vado e Torno ha provato in esclusiva per l’Italia sull’impegnativo percorso del Supertest 500 km, dove il pesante stradale Iveco ha realizzato, con 3,81 chilometri percorsi per ogni litro di gasolio consumato, una prestazione che lo proietta di diritto nell’olimpo dei ...

Articoli correlati