Mettere sotto esame sul percorso del Supertest 500 km due Scania Super (il 560 R e il 500 S descritto qui), potendolo fare in rapida sequenza nel volgere di qualche settimana a cavallo tra giugno e luglio, era un’occasione troppo ghiotta per lasciarla sfuggire. E al diavolo anche gli immancabili cantieri stradali che in Italia, e sulla nostra tratta in particolare, fioriscono come funghi.

E proprio nei mesi più caldi. Ecco spiegato il perché, dopo il fresco test del 500 S, pubblichiamo subito quello della versione 560 R. Potenze differenti, naturalmente, che nascono tuttavia dal medesimo 6 cilindri di 13 litri aggiornato sul finire del 2021 attraverso una serie di migliorie e innovazioni che hanno spinto l’efficienza e il rendimento del diesel, e di questo diesel in particolare, a livelli assoluti. A livello super, appunto. A pagina 46 di Vado e Torno settembre la prova completa di grafici, tabelle e indici di rendimento.

supertest scania 560 R

Scania 560 R e 500 S: nessuna volontà di confronto

Precisazione d’obbligo: nessuna volontà di un confronto in famiglia tra i due veicoli. Il primo, peraltro, dotato di cabina Cs20 H, mentre quello del Supertest di queste righe indossa un’altrettante elegante Cr20 H. Stabilendo scale di valori e di merito di nessun senso. Piuttosto, numeri alla mano, con le immagini davanti agli occhi e le sensazioni ancora nitidissime vissute a bordo del 500 S, più logico, in questo secondo test Scania, puntare prima di ogni altra cosa alla conferma delle qualità e delle doti del pesante stradale del Grifone. Senza con questo, naturalmente, sottovalutare o far passare in secondo piano il dato certamente sempre rilevante e indicativo, quello relativo al consumo.

Dunque, una sorta di prova del nove. Una prestazione che vale il podio. Ebbene, anche lo Scania 560 R non tradisce le attese, mostrando il talento dei campioni di razza. E soprattutto confermando quanto il recente upgrade abbia giovato in termini di efficienza e rendimento all’ammiraglia di Södertälje. Il risultato del Supertest è in questo senso indicativo. Spinto dai 560 robusti e pieni cavalli che rappresentano la potenza di vertice tra le quattro declinate sulla base del 13 litri svedese (420, 460, 500 le altre tre), il ‘nostro’ mette lì con un rapporto al ponte di 2,53 (contro il più lungo e risparmioso 2,31 del 500 S) una prestazione davvero eccellente, percorrendo la distanza di 3,81 chilometri per ogni litro di gasolio consumato, marciando a una velocità media di 77,7 all’ora. Un risultato che vale la terza prestazione assoluta del nostro Supertest, e che dunque lo pone sull’ideale podio della prova.

supertest scania 560 R

Un divario di appena 10 metri…

Guarda caso, accanto proprio allo Scania 500 S che lo ha preceduto sullo stesso percorso ottenendo un risultato quasi in fotocopia, migliore di un nonnulla, un battito di ciglia: 3,82 km/l con 1,2 chilometri all’ora in più (78,9 contro 77,7). Calcolatrice alla mano, parliamo di un divario di soli 10 metri. Che in termini di gasolio consumato, si traduce in una differenza tra i due veicoli di appena 0,4 litri.

Dove ogni differenza scompare è invece nella qualità del viaggio. La cabina Cr20 H ha infatti il vantaggio di saper trasformare anche la permanenza a bordo più lunga in un viaggio di piacere. Comfort, ergonomia, funzionalità si fanno tutt’uno con un ambiente perfettamente insonorizzato, che lascia fuori dalla porta fruscii, vibrazioni e ogni genere di fastidioso e (alla lunga) snervante rumore. Un ambiente, peraltro, dove in linea con la tradizione del Costruttore svedese, l’organizzazione degli spazi e degli elementi che lo compongono consente una guida sempre rilassata e in completa sicurezza.

supertest scania 560 R

Equipaggiamento di sicurezza

Materia, quest’ultima, che il Costruttore di Södertälje, maneggia da sempre senza ricorrere a compromesso alcuno. Come per tutti gli stradali (ma non solo) del Grifone, prova ne sia la dotazione che equipaggia il 560 R, sotto questo profilo davvero ricca e completa. Si va dall’Advanced emergency braking all’allarme di abbandono della corsia, dall’Active steering al Lane change collision prevention, dal Lane keep assist al Vulnerable road user collision warning, vale a dire l’allarme per gli utenti deboli della strada.

Il giudizio di Vado e Torno

Anche nella regolazione con 60 cavalli in più, il 12,7 litri Scania ripete la prestazione eccellente del 500 S pubblicata su Vado e Torno n.7/8. Segno che il motore c’è. E che i cavalli in più entrano in gioco solo quando ce n’è veramente bisogno. Merito anche di una catena cinematica studiata al dettaglio e tailor-made sulle caratteristiche di coppia del motore.

Dalla cabina Cr (in prova) alla Cs ballano un gradino in meno e qualche centimetro di tunnel in più. Sulla Cr, quindi, c’è un filo di spazio in meno. Ma funzionalità, ergonomia e comfort restano su livelli di eccellenza. Senza contare che si sale e si scende meglio. Sempre cercando il pelo nell’uovo, qualche variazione cromatica in plancia non avrebbe guastato.

In primo piano

Articoli correlati