Sustainable Tour

Scania Serie S, e vai in prima classe. Il video della nostra prova

Scania Serie S, come tu lo vuoi. Il concetto di modularità che caratterizza la Next Gen di Scania è una finestra che si apre su un ampio ventaglio di possibili combinazioni in termini di potenze, cabine, passi, configurazioni. È quel che si dice il camion cucito su misura, come fosse un abito sartoriale di alta qualità.

Scania Serie S, senza compromessi

Sì, perchè a Södertälje i compromessi, che si tratti di comfort, sicurezza ed efficienza indifferentemente, non hanno cittadinanza. Nel senso che si viaggia comunque in prima classe. Con la Serie S, di fatto, il concetto è ulteriormente amplificato. Perché il pavimento piatto che caratterizza le due tipologie di cabina abbinabili (Normal e Highline), entrambe con quattro (comodi) gradini di salita, consente di accedere a un ambiente-salotto dove ergonomia e funzionalità non sono optional, bensì, come anche la sicurezza, pilastri portanti del comfort.

Che a bordo della ‘S’, indipendentemente dalla potenza che c’è al piano inferiore (e qui si va dalle sei, comprese tra 370 e 540 cv, declinate sulla base del 13 litri, alle quattro sviluppate sul 16 litri 8V, da 520 a 730 cv), tocca livelli assoluti, ed è un plus facilmente avvertibile, diremmo tangibilmente palpabile.

In questo autentico viaggio in prima classe che Scania propone con il più inedito dei modelli Next Gen, l’S 450, potenza baricentrica del 13 litri, strizza l’occhio al cliente attento al comfort, ma che naturalmente non è disposto ad arretrare di un solo millimetro anche in termini di prestazioni e rendimento. E se la cavalleria a disposizione è perfetta per gli impieghi sul lungo raggio, altrettanto la robusta coppia di 239 chilogrammetri è garanzia di spunto e brillantezza di marcia. Beninteso, senza mai venire meno a consumi parsimoniosi.

2020-11-25T11:23:46+01:0025 Novembre 2020|Categorie: PROVE|Tag: , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio