stv

L’Agenzia dei Trasporti svedese ha dato il via libera al progetto del Grifone per la guida autonoma dei suoi mezzi pesanti (testati in passato nell’ambito del cava-cantiere) che ora potranno essere testati sull’autostrada E4 tra Södertälje, cittadina in cui ha sede il Gruppo, e Jönköping. I test verranno effettuati in collaborazione con TuSimple, società leader nello sviluppo di veicoli a guida autonoma e partner chiave negli investimenti di Scania e del gruppo TRATON su questo fronte.

Scania

Scania, lo sguardo puntato sulla guida autonoma

I veicoli verranno utilizzati per lo Scania Transport Laboratory e trasporteranno le merci per le operazioni produttive di Scania. I test prevedono una tecnologia di livello 4 della scala SAE (scala elaborata dalla Society of Automotive Engineers che classifica i livelli di automazione di un veicolo da 0 a 5), questo significa che rimane comunque a bordo il conducente con un ruolo di supervisore, per ragioni di sicurezza. I test verranno seguiti inoltre da ingegneri Scania, a bordo dei veicoli per monitorare e verificare le informazioni trasmesse al mezzo dai sensori che consentono la guida autonoma.

“Sia negli Stati Uniti che in Cina sono già in corso su strade pubbliche test con veicoli di livello 4 ma, secondo le mie conoscenze, Scania è la prima in Europa a testare la tecnologia in autostrada e con veicoli carichi di merci”, ha evidenziato Hans Nordin, Responsabile del Progetto Hub2hub.

La rete dei test verrà ampliata gradualmente

Nel corso dell’anno, Scania ha l’obiettivo di sviluppare ulteriormente l’area di test, coinvolgendo l’intero percorso tra Södertälje e Helsingborg. “Nei prossimi anni prevediamo di poter testare questa tecnologia anche in altri paesi europei e in Cina”, ha sottolineato Nordin.

Dal 2017 Scania è impegnata nei test per l’utilizzo di veicoli a guida autonoma per i trasporti nelle miniere in Australia. “L’esperienza acquisita grazie a questi test indica che, in pochi anni, i veicoli autonomi possono diventare una realtà per il trasporto in aree delimitate come miniere e terminal”, prosegue Nordin.

Secondo Nordin, il cosiddetto trasporto Hub2hub – la guida in autostrada tra centri logistici – è il primo tipo di trasporto su strade pubbliche in cui i veicoli a guida autonoma possono diventare realtà.

Scania, c’è lo zampino di TuSimple nella visione sulla guida autonoma del Grifone

“Abbiamo raggiunto un tale livello di sviluppo dei veicoli a guida autonoma che, già entro i prossimi cinque anni, la tecnologia potrebbe essere pronta per introdurre sul mercato questo tipo di trasporto. Tuttavia, ci vorrà più tempo prima che i veicoli a guida autonoma possano viaggiare su strade con traffico a doppio senso e in ambienti urbani”, conclude Nordin.

Il partner di Scania TuSimple – con sede principale a San Diego, USA, e con filiali anche a Tucson, Shanghai e Pechino – dalla sua fondazione nel 2015, ha effettuato milioni di chilometri di test su autostrade per sviluppare la tecnologia a guida autonoma ad un livello 4 di automazione. Attualmente questa società è considerata leader del settore.

In primo piano

Articoli correlati