Real Trailer Krone

IVECO S-Way NP, a Nicoli Trasporti consegnati 30 veicoli

Nicoli Trasporti, storica azienda di Albino, nella bergamasca, ha ritirato i primi 30 mezzi di un ordine di 50 IVECO S-Way NP alimentati a gas naturale, per fronteggiare al meglio la ripresa delle attività sul territorio italiano. La consegna è avvenuta alla presenza di Pasqualino Nicoli, presidente e fondatore dell’azienda di trasporti, di Alessandro Oitana, Italy Market Business Line Medium & Heavy Manager per IVECO e di Paolo Zanardi, titolare della concessionaria Autoindustriale Bergamasca, che ha supportato il cliente nella sua scelta e nell’acquisto dei veicoli.

IVECO S-Way NP

IVECO S-Way NP, Nicoli Trasporti sceglie la strada della sostenibilità

Che i veicoli pesanti alimentati a LNG rappresentino una validissima soluzione in attesa del tanto agognato traguardo delle zero emissioni in Europa è cosa ormai nota rimarcata, tra l’altro, da alcune recenti notizie che hanno visto protagonisti proprio i mezzi con questi powetrain. Prima la scelta del Consiglio Federale tedesco di esentare dal pagamento del pedaggio autostradale tutti i mezzi sopra le 7,5t alimentati a CNG o LNG, poi la decisione dei gestori delle autostrade Brebemi e TEEM, in Lombardia, di ridurre del 30% i pedaggi, sempre alla stessa tipologia di veicoli. Un’Europa senza emissioni inquinanti entro la metà del secolo potrebbe sembrare un’utopia ma è comunque certo, considerando gli esempi sopracitati, che la strada è tutta in salita.

IVECO, tra i primi produttori al mondo a puntare sull’alimentazione a LNG per veicoli pesanti, ha colto con estremo favore le scelte prese da istituzioni e gestori e volte a favorire i pedaggi dei mezzi dotati di questa alimentazione. Ora, la consegna a Nicoli Trasporti di 30 IVECO S-Way a LNG, segna un altro passo sulla strada della sostenibilità e della ripresa delle attività post Covid-19 in maniera positiva e vincente, in uno dei territori maggiormente colpiti dalla pandemia durante gli scorsi mesi.

Innovazione, sostenibilità ed economicità: le motivazioni alla base della scelta di Nicoli Trasporti

I veicoli acquistati, 30 IVECO S-Way NP nella versione alimentata a gas naturale liquefatto, ben rappresentano la scelta green compiuta dall’azienda lombarda attraverso la progressiva introduzione di mezzi ad alimentazioni alternative e una conversione del proprio parco veicolare in direzione sostenibile, sia dal punto di vista economico sia da quello ecologico.

“Abbiamo scelto ancora una volta i veicoli IVECO per incrementare la nostra flotta per l’alto livello di servizio garantito dalla concessionaria Auto Industriale Bergamasca, partner con il quale collaboriamo da anni – ha esordito Pasqualino Nicoli, presidente e fondatore della Nicoli Trasporti Spedizioni Spa-. L’acquisto degli S-WAY a metano è stato dettato principalmente da tre motivazioni: l’innovazione tecnologica, infatti siamo sempre attenti alle novità che offre il mercato, in particolare nel nostro settore, la sostenibilità ambientale, per le ridotte emissioni di CO2, e l’aspetto economico, in quanto i costi di esercizio dei nuovi mezzi sono inferiori a quelli dei veicoli a gasolio, anche per la differenza di costo del carburante LNG rispetto al DIESEL. Ci aspettiamo che questi veicoli possano rappresentare l’unione della qualità garantita dal marchio IVECO e del progresso tecnologico legato ai propulsori a metano.”

Iveco

Gli IVECO S-Way oggetto della fornitura, che andranno a integrare le flotte operanti dalla sede di Bergamo e dalle filiali di Ravenna e Udine verso tutte le tratte nazionali, rappresentano la soluzione più idonea per rispondere alle esigenze di sostenibilità della Nicoli Trasporti Spedizioni Spa e delle aziende in generale, con dotazioni tecnologiche all’avanguardia, che non solo ridefiniscono la centralità del conducente all’interno della cabina e nell’intero veicolo, ma garantiscono anche elevate performance e un’autonomia di 1600 km a fronte di una riduzione delle emissioni di NO2 del 90%. Sono inoltre già predisposti per l’utilizzo con il bio-metano, carburante ecologico per antonomasia – già pronto e in costante espansione come anche l’infrastruttura di rifornimento connessa – che permette una riduzione di CO2 dal 95% (well to wheel) a oltre il 100% a seconda dei processi produttivi del bio-metano stesso.

2020-06-17T10:57:27+02:0017 Giugno 2020|Categorie: TRUCK|Tag: , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio