ACEA, l’associazione che riunisce i principali produttori di veicoli in Europa, ha presentato il proprio manifesto e la roadmap per un ecosistema competitivo della mobilità (la versione completa è disponibile qui). Si tratta di far sentire chiaramente la voce dei produttori in vista della conferenza sul clima COP28 che avrà inizio oggi a Dubai.

I tre pilastri del manifesto svelati da ACEA

La roadmap delineata da ACEA si basa su tre pilastri – offerta, produzione e domanda – che devono essere implementati dall’industria automobilistica insieme ai suoi partner. “Il nostro settore è nel mezzo della più grande trasformazione da oltre un secolo. Per noi non ci sono dubbi sulla necessità di decarbonizzare. Stiamo investendo miliardi perché ciò accada, molto più di qualsiasi altro settore”, ha affermato Luca de Meo, amministratore delegato del Gruppo Renault e presidente di ACEA, ora rieletto dal consiglio dell’associazione per un secondo mandato.

“Il nostro settore ha in media otto o nove regolamenti UE che entrano in vigore ogni anno fino al 2030; in alcuni casi si tratta di norme contrastanti”, ha spiegato de Meo. “L’Europa deve adottare urgentemente un approccio olistico alle sfide dell’industria automobilistica, che comprenda l’intera catena del valore, da monte a valle. Perché i problemi che stiamo affrontando riguardano tutti i settori: automobilistico, minerario, energetico, delle infrastrutture e altro ancora. Se guardi i nostri concorrenti globali, vedi che sono molto bravi a farlo”.

Un elemento chiave della roadmap di ACEA è rendere l’Europa un hub per la produzione di veicoli ecologici e intelligenti. “Dobbiamo collaborare con i decisori politici per creare le condizioni per la produzione di una gamma diversificata di modelli a emissioni zero, compresi veicoli elettrici piccoli ed economici che siano redditizi da produrre in Europa”, ha spiegato de Meo.

“In questo modo possiamo affrontare molte sfide con la stessa soluzione miracolosa, soprattutto quando si tratta di mobilità urbana. Dobbiamo anche lavorare sul lato della domanda attraverso schemi di incentivi adeguati e adatti allo scopo, a tutti i livelli politici, dall’UE fino alle autorità urbane e locali”.

In primo piano

Sustainable Truck of the Year 2024: vincono MAN, DAF e IVECO

Il 31 gennaio è stata la serata della consacrazione per i campioni del trasporto sostenibile, durante la cerimonia del Sustainable Truck of the Year 2024. L'evento è stato trasmesso sul canale 68 DTT e sui canali digitali di Vado e Torno e Sustainable Truck&Van. Le immagini della premiazione.

Articoli correlati