Hiab ha presentato la nuova Effer 1000

Hiab ha lanciato la nuova EFFER 1000, gru ad alte prestazioni che introduce nuovi elementi tecnologici di rilievo. Si tratta della prima gru articolata della portata attorno alle 90tm ad offrire una struttura a 9 estensioni. Oltre a questi si hanno sei ulteriori estensioni che permettono di avere una capacità di sollevamento di 2.300 kg allo sbraccio massimo di 26m. Il carico massimo utile a 23 metri di sbraccio è di 5.800 kg. Una macchina, quindi, che Hiab posiziona in una fascia alta del mercato e che ha come target lavori particolarmente pesanti. Il peso operativo è di 9.500kg ma le prestazioni sono tipiche di gru di classe superiore. Questo permette di avere una gru ad alte prestazioni con costi di esercizio ed emissioni ridotte. Una visione che Hiab ed Effer hanno sempre avuto nel loro DNA ma che, con la nuova 1000, è diventato oggi ancora più evidente.

L’agilità di Hiab

Se da un certo punto di vista la nuova EFFER 1000 si presenta in modo evidente come una gru “muscolosa”, dal punto di vista applicativo è in realtà una macchina estremamente agile. Si tratta infatti di un mezzo pensato per lavorare nei centri urbani o in tutti quegli ambiti applicativi dove è difficile muoversi ma sono necessarie prestazioni importanti. Le sue prestazioni e le sue dimensioni, infatti, la rendono ideale per il funzionamento in zone con edifici alti.

Hiab punta sull'innovazione con la sua Effer 1000

Peso e dimensioni ridotte permettono un impiego su camion più piccoli rispetto ad altre gru di pari categoria. E’ quindi possibile operare con maggiore agilità con carichi pesanti ad altezze elevate. Si tratta di una gru che Hiab ha progettato sulla base dei feedback dei clienti EFFER del settore edile e del noleggio. L’esigenza fondamentale era avere una gru più leggera ma che garantisse elevate capacità di sollevamento.

A scuola di ingegneria

La sezione decagonale del braccio V10-Force è alla base delle prestazioni eccezionali della EFFER 1000. La sezione ottimizzata poligonale offre la forza necessaria per supportare i carichi più pesanti ma, al contempo, riduce al minimo le oscillazioni laterali. Un altro aspetto importante è l’aumentata precisione di manovra. Il nuovo JIB MULTIPOWER mantiene inalterate le prestazioni anche ai livelli più alti dell’estensione. Ossia dal 7° al 9° sfilo. La gru può avere anche i sistemi di stabilizzazione EFFER V-Stab e CroSStab che massimizzano le aree di superficie in cui è possibile posizionare il camion. Il controllo avviene tramite il sistema Progress 2.0 di EFFER che permette la connettività a soluzioni digitali. E’ quindi possibile, per i titolari di flotte, la gestione in remoto di ogni singola macchina connessa basandosi sui dati relativi all’uso e alle prestazioni della gru. Questo per pianificare in modo corretto la manutenzione e aumentare i tempi di attività con una maggiore efficienza aziendale.

L'agilità della Hiab è stata portata sulla nuova Effer 1000

In primo piano

Articoli correlati

Solera annuncia una partnership strategica con Axalta

Grazie alla collaborazione con Solera, Axalta è il primo produttore di vernici per carrozzeria a fornire i dati per calcolare con precisione le emissioni di CO2 dei prodotti e dei processi utilizzati durante la riparazione, anziché le medie generali del settore.