Total Mobility di Goodyear si basa su un’offerta integrata per la gestione della flotta che combina pneumatici per camion, soluzioni e servizi. Rappresenta un portafoglio su misura di soluzioni che consentono di adottare un approccio strategico finalizzato a ottenere migliori risultati e raggiungere progressi misurabili ogni anno, nel pieno rispetto degli obiettivi delle flotte. All’interno dell’approccio Total Mobility c’è una parte che riguarda soluzioni tecnologiche per la manutenzione predittiva dei pneumatici (controllo temperatura, pressione, ampiezza battistrada ecc..) in modo da agire in maniera proattiva e da prevenire costosi fermi e/o scoppi.

GoodYear total mobility-1

Total Mobility di Goodyear, spiegato bene

Si tratta di tecnologie all’avanguardia e scalabili in base alle esigenze e alle dimensioni della flotta. Per esempio, tecnologie come TPMS, DrivePoint o Checkpoint consentono a Goodyear di supportare al meglio le flotte di tutta Italia, consentendo di ottimizzare i costi di gestione, evitare i fermi veicoli e raggiungere i loro obiettivi di sostenibilità ambientale. Vediamole più nel dettaglio.

  • Goodyear TPMS è una soluzione di gestione dei pneumatici connessa e basata sui dati che monitora in modo costante la pressione e la temperatura dei pneumatici per rilevare se sono sgonfi, se ci sono perdite d’aria o problemi meccanici. La soluzione, obbligatoria per legge, include un GPS integrato che consente ai responsabili della flotta di tracciare i veicoli e ricevere una segnalazione quando questi entrano o escono da un’area geografica predefinita. Insieme alle applicazioni mobile e web Goodyear facili da usare, Goodyear TPMS mostra costantemente le condizioni dei pneumatici, consentendo così un monitoraggio proattivo e la manutenzione preventiva di tutta la flotta.
  • Goodyear CheckPoint è un sistema di ispezione dei pneumatici drive-over con una piastra hi-tech montata a terra e installata sul piazzale dell’azienda, che legge le condizioni dei pneumatici e i parametri del veicolo in pochi secondi. Grazie a sensori speciali e telecamere, misura e analizza in automatico la profondità del battistrada, la pressione e il carico degli assi e del veicolo. Il design integrato, abbinato alla tecnologia RFID o di riconoscimento della targa, consente ispezioni rapide e dinamiche di grandi quantità di veicoli. Insieme al terminale di visualizzazione semplice da utilizzare e all’app mobile e web, Goodyear CheckPoint offre una visualizzazione istantanea delle condizioni dei pneumatici, per il monitoraggio proattivo e la manutenzione preventiva della flotta, che riduce i costi dei fermi macchina ed evita gli errori da misurazioni manuali (il sottogonfiaggio di 1 bar può infatti costare fino a 900 euro per camion), oltre a permettere di raccogliere dati utili alla pianificazione futura. Qui si racconta un esempio concreto dei benefici derivanti dall’utilizzo del sistema Goodyear CheckPoint da parte di un’importante azienda di autotrasporto italiana.
  • Infine, Goodyear DrivePoint è un sistema di ispezione del pneumatico mediante transito in deposito, di facile installazione grazie alla tecnologia wireless a batteria, che consente di misurare la pressione automatica e dinamica dei pneumatici e permette la visualizzazione istantanea dello stato dei pneumatici su mobile e web application per il monitoraggio della flotta, ideale per le flotte che rientrano spesso in deposito.
GoodYear total mobility-2

Una nuova modalità di utilizzo dei pneumatici

Tra i servizi dedicati che fanno parte di Goodyear Total Mobility ci sono il costo chilometrico (PPK) per migliorare la gestione continuata e terziarizzata del pneumatico. Si tratta di un programma esclusivo di noleggio dei pneumatici, che intende alleggerire il flusso di cassa e alleviare la tensione della gestione end-to-end dei pneumatici stessi per gli operatori delle flotte. Grazie a questo tipo di servizio, il fleet manager può ottenere una reportistica su manutenzione e localizzazione dei pneumatici per comprendere al meglio le performance e l’ottimizzazione dei pneumatici da scegliere secondo i mezzi a disposizione e le necessità di percorrenza.

Le ultime novità di prodotto

Parlando più nello specifico di prodotti, dunque di pneumatici, Goodyear negli ultimi anni ha lavorato molto per rinnovare la propria gamma per autocarro. Ecco i tre prodotti principali:

GoodYear total mobility-3
Goodyear KMAX GEN-2
  • Goodyear KMAX GEN-2 (per strade urbane, regionali e inter-regionali) è una nuova gamma di pneumatici autocarro per ogni tipo di asse e asse motore che offrono alto chilometraggio e resistenza all’usura e permettono prevalentemente alle flotte regionali di ottimizzare la vita del pneumatico e di affrontare anche le condizioni climatiche più difficili.
  • Goodyear FUELMAX GEN-2 (per autostrada e strade inter-regionali) è una nuova gamma di pneumatici autocarro per asse sterzante e asse motore, sviluppata per le flotte che operano nel trasporto inter-regionale e su lunghe distanze. I vantaggi chiave della nuova gamma sono un’elevata efficienza dei consumi abbinata a un maggiore chilometraggio, trazione per tutta la vita del pneumatico e ridotta rumorosità esterna. I nuovi pneumatici rispettano anche la rigorosa legislazione sui pneumatici invernali e contribuiscono a ridurre le emissioni di CO2 dei camion.
  • Una delle ultime novità di prodotto è rappresentata dalla nuova linea di pneumatici per risparmio di carburante e riduzioni delle emissioni sia in autostrada che su strade extraurbane: FUELMAX ENDURANCE (anche in questo caso per autostrada e strade inter-regionali). Questa gamma di pneumatici per asse sterzante e asse motore offre una soluzione innovativa per le aziende del trasporto e della logistica che operano sia su autostrade che su strade secondarie o statali, con un compromesso di ottimizzazione fra riduzione uso di carburante e versatilità di applicazione.
GoodYear total mobility-4
Goodyear FUELMAX ENDURANCE

Sostenibilità e impegno nel motorsport

Lo sviluppo dell’approccio Goodyear Total Mobility ha l’obiettivo di rispondere alle aspettative e alle sfide che l’industria dei trasporti deve affrontare, tra cui lo sviluppo sostenibile, un aspetto sempre più all’attenzione delle flotte.

In questo senso, lo scorso anno Goodyear ha presentato il primo pneumatico concept per autocarro realizzato con il 63% di materiali sostenibili e a basso impatto ambientale, che nei test interni ha ottenuto la classificazione ‘A’ per l’efficienza nei consumi. Il pneumatico presenta inoltre una bassa resistenza al rotolamento ed è completamente ricostruibile e in futuro potrà essere anche connesso e in grado di monitorare alcuni parametri vitali della gomma.

GoodYear total mobility-5

Inoltre, Goodyear continua lo sviluppo di pneumatici prestazionali, implementando anche l’esperienza nella realizzazione di prodotti che offrono prestazioni eccezionali in diverse condizioni metereologiche, pur rimanendo resistenti e garantendo grande durata, grazie alle tecnologie della robusta carcassa. Quest’attitudine prestazionale e tecnologica di Goodyear è certificata anche dalle soluzioni telematiche di monitoraggio dei pneumatici, che rappresentano un altro supporto fondamentale nelle gare FIA ETRC. Infatti, Goodyear è title sponsor di Goodyear FIA ETRC, il campionato di truck più seguito in Europa che sta proseguendo la sua transizione verso un futuro più green grazie all’introduzione del biodiesel HVO rinnovabile al 100%, diventando il primo campionato FIA a gareggiare con carburante sostenibile.

In primo piano

Articoli correlati

Solera annuncia una partnership strategica con Axalta

Grazie alla collaborazione con Solera, Axalta è il primo produttore di vernici per carrozzeria a fornire i dati per calcolare con precisione le emissioni di CO2 dei prodotti e dei processi utilizzati durante la riparazione, anziché le medie generali del settore.