In occasione del lancio della nuova soluzione Geotab “Catena del Freddo”, espressamente dedicata al monitoraggio e alla gestione dei mezzi pesanti e dei furgoni dedicati al trasporto a temperatura controllata, abbiamo parlato con Fabio Saiu, Country Manager Italia del Gruppo, delle funzionalità e delle sfide che il nuovo strumento dovrà affrontare per aiutare le aziende e gli operatori a garantire la conformità delle merci trasportate (tra cui generi alimentari e farmaci) rispetto ai requisiti normativi internazionali.

1) Su quali settori si focalizzerà la nuova soluzione di Geotab “Catena del Freddo” e in che modo verrà lanciata nel nostro Paese?

“La soluzione è dedicata ai mezzi pesanti e ai furgoni refrigerati, ed è progettata per supportare le aziende in ogni fase della catena di trasporto dei prodotti, fino all’ultimo miglio. L’obiettivo della nuova soluzione è aiutare a risolvere le sfide della gestione e del monitoraggio costante da remoto della temperatura e dei veicoli, rispondendo ai requisiti normativi internazionali e garantendo la conservazione per la consegna ottimale di generi alimentari e prodotti sanitari e farmaceutici, compresi i vaccini.

Nel corso dell’ultimo anno abbiamo assistito a un aumento delle consegne dell’ultimo miglio, un trend che ci aspettiamo sia destinato a permanere anche al termine della pandemia. Solo nel 2020, infatti, le consegne B2C sono aumentate circa del 25% e, secondo uno studio del World Economic Forum, almeno il 10-20% della crescita registrata durante l’emergenza si affermerà  anche in futuro. Si tratta di un’evoluzione in atto anche in Italia, come dimostrato da un recente studio del Politecnico di Milano, specialmente nei settori del Food Delivery (+56% nel 2021 vs 2020) e del Grocery Alimentare (+39% nello stesso periodo di tempo).

In questo contesto, gli operatori hanno bisogno di garantire che i prodotti vengano trasportati nel modo più rapido, sicuro ed efficiente possibile, e si prevede che entro il 2025 i dispositivi di monitoraggio dei mezzi refrigerati in Europa passeranno dagli attuali 170.000 a 275.000 (Fonte: Berg Insights, The Cold Chain Tracking and Monitoring Market 2021).

Noi di Geotab siamo quindi impegnati ad offrire alle aziende tutte le tecnologie necessarie per gestire al meglio la propria flotta e adeguarsi alle normative internazionale in materia di temperatura e, insieme al nostro vasto ecosistema di partner, offriamo tutto il supporto necessario per aiutarle a selezionare e integrare i prodotti più adatti alle specifiche esigenze”.

2) La nuova soluzione di Geotab “Catena del Freddo” prevede adattamenti particolari per i mezzi di nuova generazione (elettrici e a idrogeno) o può considerarsi già completa e pronta per essere installata su questi veicoli senza la necessità di particolari aggiornamenti?

“I mezzi refrigerati elettrici e a idrogeno sono sempre più diffusi, anche in Italia, pur comportando nuove sfide in termini di monitoraggio e gestione. Ad esempio, vista l’autonomia limitata dei veicoli elettrici e il tempo richiesto per completare la ricarica, è ancora più importante monitorare lo stato di carica delle batterie dei veicoli per gestirli al meglio ed evitare interruzioni del servizio. Al contempo, è fondamentale analizzare i consumi, così come le prestazioni dei veicoli, mettendoli a confronto con i dati dei consumi dei mezzi alimentati a benzina, per avere una visione a 360° delle performance della propria flotta. Inoltre, nel caso di veicoli elettrici ibridi plug-in (PHEV), è ancora più importante monitorare il consumo di carburante e di energia, per comprendere a fondo quale sia il risparmio in termini di costi e la riduzione delle emissioni di carbonio.

Le soluzioni di Geotab sono ideali per rispondere a tutte le nuove esigenze di monitoraggio e garantire un’adeguata gestione delle flotte, a prescindere dalla tipologia di alimentazione. Catena del Freddo è disponibile come Add-In sulla piattaforma MyGeotab; non sarà, quindi, necessario alcun adattamento sulla piattaforma per chi ha già installato il dispositivo telematico GO di Geotab. Sarà invece indispensabile l’acquisto il modulo hardware aggiuntivo IOX-UREADER da connettere alla porta mini-usb del dispositivo GO. IOX-UREADER può essere acquistato presso i Business Partner autorizzati da Geotab”.

3) Geotab Truck: la vostra soluzione di gestione delle flotte di mezzi pesanti (in cui verrà integrata la nuova funzionalità “Catena del freddo”) è stata lanciata lo scorso anno. Qual è il responso dei clienti? Sono in programma ulteriori aggiornamenti ?

“La soluzione Geotab Truck per l’Europa aiuta le aziende a migliorare la produttività delle proprie flotte, a ottimizzare l’efficienza, migliorare la sicurezza dei conducenti e soddisfare i requisiti di conformità adattandosi alle modifiche normative. Geotab Truck connette le flotte di mezzi pesanti a uno degli hub telematici più avanzati sul mercato, fornendo l’accesso a una piattaforma aperta, completamente personalizzabile e basata sui dati, che contribuisce a soddisfare le esigenze dei gestori di flotte di mezzi pesanti in Europa. Nell’ambito del nostro impegno a innovare costantemente le nostre soluzioni, abbiamo ora sviluppato un Add-In Catena del Freddo, che consente a Geotab Truck di offrire come ulteriore beneficio un’opzione per la gestione e digitalizzazione dei dati per il trasporto refrigerato, assicurando che le merci siano sempre mantenute alla temperatura corretta durante il viaggio”.

4) Per quanto riguarda invece la vostra soluzione per la gestione del cronotachigrafo digitale, sono in previsione ulteriori sviluppi? E per ciò che concerne le novità di prodotto, cosa dobbiamo aspettarci? Geotab le presenterà forse durante le prossime fiere di settore in Italia (Transpotec Logitec) o all’estero?

Geotab Tachograph è la nostra soluzione automatizzata che semplifica la conformità, offrendo funzionalità digitali di identificazione del conducente, di analisi dello stato del tachigrafo e lo scarico dei dati automatizzato, e ultimo ma non ultimo di verificare eventuali infrazioni da remoto e poter intervenire per delle correzioni proattive. Tutte le informazioni vengono aggiornate in tempo reale, senza necessità di gestire manualmente lo scarico dei dati e – grazie alle notifiche email in MyGeotab – è possibile ricevere avvisi sulle schede del conducente e dell’azienda in scadenza, sul termine del periodo di validità legale dei download e molto altro ancora.

Transpotec Logitec è un appuntamento imperdibile per l’industria, e Geotab è sempre al fianco dei protagonisti della filiera”.

5) Il settore delle soluzioni per il fleet management è altamente competitivo: perché un’azienda dovrebbe scegliere di affidarsi a Geotab?

“Geotab è impegnata a migliorare la sicurezza, connettere i veicoli e analizzarne i dati su una piattaforma web aperta e sicura, per aiutare grandi, medie e piccole aziende a gestire al meglio le proprie flotte, automatizzando le operazioni grazie all’integrazione delle informazioni sui veicoli con altre fonti di dati. Ogni giorno, Geotab elabora miliardi di punti dati provenienti da oltre 2 milioni di veicoli connessi in tutti i continenti e, grazie all’analisi dei big data e al machine learning, aiuta i clienti a migliorare la propria produttività, a ottimizzare l’utilizzo dei veicoli attraverso la riduzione del consumo di carburante, ad aumentare la sicurezza dei conducenti e a garantire la conformità alle normative.

Da oltre 20 anni siamo completamente dedicati al settore della gestione delle flotte e investiamo in ricerca e sviluppo nell’ambito della telematica per offrire soluzioni sempre più innovative e accessibili. Siamo stati tra i primi, ad esempio, ad applicare algoritmi di intelligenza artificiale e continuiamo a lavorare per restare al passo con l’evoluzione del settore e con le esigenze dei nostri clienti. Inoltre, negli ultimi 2 anni Geotab è stata posizionata n.1 nel mondo da ABI Research come soluzione telematica per le flotte commerciali.

Oggi, la composizione delle flotte aziendali è in rapida evoluzione e i veicoli tradizionali, come autovetture e veicoli commerciali leggeri, sono sempre più spesso affiancati da veicoli a trazione totalmente elettrica o da altri mezzi ecosostenibili come bici e scooter elettrici. In questo contesto, le nostre soluzioni semplificano il lavoro dei Fleet e dei Mobility Manager, permettendo di monitorare semplicemente qualunque tipo di veicolo – o di cella frigorifera, nel caso del trasporto a temperatura controllata”.

6) In un mondo in rapida evoluzione come quello del fleet management, su cosa puntate per il futuro dei vostri prodotti?

“Geotab è una engineering company e uno dei core value è il dipartimento interno di Ricerca e Sviluppo (R&D) che conta centinaia di ingegneri che analizzano le soluzioni attuali per sviluppare e migliorare le soluzioni del futuro. Geotab continua ad investire nelle tecnologie più innovative per rispondere alle esigenze in costante evoluzione dei clienti. Intelligenza artificiale, machine learning e cloud computing consentono una gestione più efficace dell’enorme quantità di dati provenienti dai veicoli, trasformandoli in insight azionabili utili a migliorare i processi e prendere decisioni di business consapevoli.

Con il modello Digital Twin, ad esempio, è possibile creare una replica virtuale degli asset, monitorarne lo stato in tempo reale e rilevare eventuali anomalie, per agire tempestivamente in caso di problemi. L’analisi remota dei dati può, inoltre, abilitare la manutenzione predittiva, consentendo di prevedere la probabilità futura di un guasto in base alle condizioni fisiche del veicolo e al suo utilizzo, permettendo di intervenire per tempo ed evitare che ciò avvenga. Infine, in futuro prevediamo di offrire non solo la possibilità di ottenere reportistiche puntuali e dettagliate off-board ma di consentire la visualizzazione dei dati in tempo reale direttamente dal veicolo, grazie all’integrazione di soluzioni di edge computing, in grado quindi di elaborare le informazioni direttamente a bordo”.

In primo piano

Ford E-Transit, il mito si fa green. La nostra impressione di guida

Comincia l’era dell’iconico van Ford con motore elettrico da 184 o 269 cavalli. Con un’autonomia di marcia che si spinge alla soglia dei 300 chilometri togliendo ogni ansia da ricarica e una ricca dotazione che per la prima volta porta a bordo il sistema di infotainment Sync 4. L’E-Transit è offerto...

Articoli correlati