stv

L’ecarry, il veicolo da trasporto leggero che già avevamo adocchiato durante la presentazione del nuovo centro climatico di Molinella in Emilia, sta per arrivare sulle strade. A darne l’annuncio Green-G, la giovane divisione della società italiana Goriziane Holding S.p.A. focalizzata sullo sviluppo di veicoli e sistemi elettrici, e Webasto, leader nella fornitura di sistemi per l’automotive.

Ecarry, un altro tassello del mosaico elettrico dei prossimi anni

L’ecarry completamente elettrico, le cui batterie saranno fornite proprio da Webasto, è stato sviluppato appositamente per le società di servizi e gli enti pubblici attivi nelle zone urbane. Le aree ideali di impiego includono, ad esempio, i servizi di smaltimento dei rifiuti, le attività di giardinaggio, la logistica cittadina e le consegne dell’ultimo miglio. Il veicolo ha all’incirca le dimensioni di un furgone convenzionale e quindi garantisce la massima manovrabilità.

L’ecarry ha l’omologazione N1, pesa un massimo di 3,5 tonnellate e raggiunge la velocità di 80 chilometri all’ora. La versione standard dell’ecarry è dotata di una batteria al litio nichel manganese cobalto di Webasto da 35 chilowattora. L’ecarry premium funziona con due batterie dalla potenza totale di 70 chilowattora. A seconda che siano installate una o due batterie, l’ecarry può percorrere oltre 250 chilometri senza bisogno di ricarica.

Webasto firma anche il sistema di climatizzazione

Green-G si affida a Webasto anche per la tecnologia di climatizzazione della cabina dell’ecarry. Per riscaldare l’interno del veicolo è stato installato un riscaldatore elettrico ad alta tensione. Esso converte la corrente continua in calore con dispersione prossima allo zero. Gli ingegneri di Webasto hanno sviluppato una speciale strategia di controllo per l’ecarry, che consente di risparmiare maggiore energia, anche in funzione delle condizioni meteorologiche.

Il sistema di climatizzazione dell’ecarry è completato da una unità di controllo, che regola tutti i dispositivi dell’HVAC (ventola, elettroventilatore, pompa di raffreddamento dell’acqua e dispositivi ad alta tensione) in base alla modalità di funzionamento richiesta in quel momento.

Nel mirino la riduzione delle emissioni e dell’inquinamento acustico

Con l’ecarry entrambe le aziende si impegnano a contribuire alla riduzione dell’inquinamento dell’aria e acustico nelle zone di impiego del veicolo. E l’ecarry è solo l’inizio. Altri veicoli elettrici seguiranno. “Vogliamo arricchire il mondo con soluzioni tecnologiche innovative che siano in armonia con la sostenibilità ecologica. Con Webasto abbiamo al nostro fianco un partner nell’area delle batterie e della gestione termica, che ci convince per l’elevata qualità dei suoi prodotti e servizi”, ha spiegato Alessandro Della Torre, Project Leader di Green-G. Webasto è lieta di continuare a supportare l’azienda italiana in questa impresa.

In primo piano

Articoli correlati