de-rooy-iveco

Straordinario Gerard De Rooy! Soltanto due giorni fa, complice una giornata da dimenticare, era sprofondato a oltre mezz’ora dalla vetta della classifica, finita nelle mani dei soliti Kamaz. Addio sogni i gloria? Manco a dirlo. Ieri, nella frazione che ha fatto meta a San Salvador de Jujuy, Gerard si è infatti caricato sulle spalle il peso di quella che pareva essere una disperata rincorsa, ha stanato la pattuglia dell’est costringendola a inseguire mettendo da parte ogni tattica, cogliendo una sudatissima quanto meritata vittoria con la quale aveva dimezzato il distacco dalla vetta della classifica.

Oggi, l’olandese del Team Petronas si è ripetuto: ben assecondato dall’Iveco Powerstar motorizzato con il potente Cursor 13 (da circa 1.000 cv), si è messo ancora una volta dietro tutti i Kamaz conquistando la trentaduesima tappa in una Dakar, e d’un sol colpo anche la vetta della graduatoria provvisoria alla vigilia della frazione, quella di domani (Oruro- La Paz, 786 chilometri con 513 chilometri di prova speciale) che segnerà il giro di boa dell’edizione numero 39 del raid sudamericano.

Una vera e propria prova di forza, un’impresa straordinaria. I giochi, beninteso, sono tutt’altro che chiusi, ma è chiaro che da domani i Kamaz dovranno cambiare marcia e atteggiamento se vorranno ricucire il gap e sottrarre la leadership al forte pilota olandese. Insomma, ci aspetta una seconda settimana di corsa molto emozionante.

Tornando alla tappa, De Rooy ha vinto con 11’58” su Nikolaev (Kamaz), 14’04” su Mardeev (Kamaz), 16’15” sulla sorpresa di giornata Macik (Liaz), 17’43” su Viazovich (Maz), 18’21” su Vasilevski (Maz), e ben 20’51” sul leader di classifica (a questo punto ex) Sotnikov (Kamaz).

Domani sesta frazione, l’ultima prima del giorno di riposo previsto per domenica 8: si va da Oruro a La Paz, toccando, manco a dirlo ancora una volta in altura, il punto più a nord dell’edizione 2017 della Dakar. I camion percorreranno 786 km, con 513 km di prova speciale.

LA CLASSIFICA (dopo 5 tappe): 1. De Rooy (Iveco); 2. Nikolaev (Kamaz) a 2’23”; 3. Sotnikov (Kamaz) a 6’36”; 4. Mardeev (Kamaz) a 16’32”; 5. De Baar (Renault); 6. Villagra (Iveco) a 24’30”.

In primo piano

Articoli correlati