Sustainable Tour

A quasi un anno dallo storico annuncio, la joint venture tra Daimler Truck e il Gruppo Volvo per lo sviluppo di soluzioni dedicate all’idrogeno è finalmente realtà. Un momento importante per il futuro della transizione energetica, preceduto prima, nell’aprile del 2020, dall’accordo preliminare non vincolante stipulato dalle due società e poi, nel novembre del 2020, da un accordo vincolante finalizzato proprio alla creazione della joint venture. Che ora è dunque realtà. E si focalizzerà sulle tecnologie che vedono come protagonista l’idrogeno, già al centro di altre importantissime alleanze tra produttori, società energetiche e istituzioni.

Daimler Truck e Gruppo Volvo, la joint venture è finalmente realtà

La transizione operativa che ha portato alla nascita della nuova joint venture ha visto il Gruppo Volvo acquisire il 50% delle quote di partecipazione della neonata Daimler Truck Fuel Cell GmbH & Co. KG, la costola del colosso di Stoccarda dedicata alla progettazione e allo sviluppo di soluzioni basate sulle tecnologia di celle a combustibile, cuore pulsante delle strategie attorno a cui ruoteranno i sistemi propulsivi a idrogeno dei prossimi anni. La quota acquisita dal Gruppo Volvo vale circa 600 milioni di euro di liquidità ed è svincolata da debiti.

L’ambizione, fanno sapere le due società, è duplice: da una parte l’obiettivo è rendere la nuova joint venture un produttore leader a livello mondiale di celle a combustibile, dall’altra fare da apripista nel segmento dedicato a questa tecnologia e quindi di imprimere una spinta decisiva verso il trasporto climaticamente neutrale e sostenibile entro il 2050 (una data che, almeno per quanto riguarda il Gruppo Daimler, sarà preceduta dal 2039, anno cardine entro cui tutti i suoi veicoli prodotti saranno ad emissioni zero).

Nasce cellcentrico: le celle a combustibile al centro degli sforzi produttivi

Per l’occasione Daimler Truck e il Gruppo Volvo hanno deciso di rinominare la società in cellcentric GmbH & Co. KG. La joint venture svilupperà, produrrà e commercializzerà sistemi a celle a combustibile per l’uso in camion pesanti come obiettivo primario, così come altre applicazioni. Un obiettivo chiave di Daimler Truck AG e del Gruppo Volvo è quello di iniziare con i test dei clienti di camion con celle a combustibile in circa tre anni e di iniziare la produzione in serie nella seconda metà di questo decennio.

Ma, nonostante entrambe le realtà produttive posseggano gli stessi interessi nella joint venture, Daimler e Volvo continueranno comunque ad essere concorrenti tra loro in tutte le altre aree come la tecnologia dei veicoli nonché l’implementazione delle celle a combustibile nei camion: il Mercedes-Benz GenH2 Truck di Daimler, ovvero il concept di motrice per le lunghe percorrenze alimentate a idrogeno, ne è un chiaro esempio. Una cosa è certa: la roadmap di entrambi i produttori si prospetta dannatamente interessante.

Daimler
Il Mercedes-Benz GenH2 presentato nel 2020 a Berlino

In primo piano

Articoli correlati