Chereau e Sono Motors stanno testando l’utilizzo di semirimorchi refrigerati alimentati a energia solare. Il trailer che verrà testato nell’ambito del progetto condiviso tra le due aziende avrà un’unità di refrigerazione elettrica alimentata a batteria con due modalità di ricarica: presa di corrente a 380 volt e pannelli solari. Una soluzione, quella appena descritta, che fornirà all’unità di refrigerazione un’alimentazione supplementare fino a 9,8 kW, che dovrebbe consentire di convalidare questa configurazione per molti usi.

L’abbinamento in questione è con una carrozzeria Chereau Performance dotata di isolamento VIP (Vacuum Insulated Panels). L’isolamento sottovuoto, secondo il costruttore, è il miglior isolamento disponibile e consente un risparmio energetico fino al 25% per l’unità di refrigerazione e prolunga l’autonomia di refrigerazione del semirimorchio.

Come funzionerà il trailer Chereau alimentato a energia solare

Sono Motors, da parte sua, doterà il tetto e le fiancate del semirimorchio di 54 moduli solari utilizzando il processo VaPV (vehicle applied photovoltaics), sviluppato appositamente per le carrozzerie refrigerate. I moduli solari ad alta efficienza, di tipo automobilistico, coprono una superficie di 58,9 metri quadrati e forniranno fino a 9,8 kW di energia in totale nei momenti di picco. L’energia solare verrà utilizzata per far funzionare l’unità di refrigerazione ricaricando la batteria principale. Ciò consentirà di risparmiare fino a 6.000 litri di carburante e di ridurre le emissioni locali di CO2 di oltre 15 tonnellate all’anno per veicolo rispetto a una soluzione diesel.

Potrebbe interessarti

IAA Transportation 2022, Chereau annulla la sua partecipazione

«I nostri clienti, ai quali chiediamo aumenti di prezzo sugli ordini presi l'anno scorso per compensare l'aumento senza precedenti dei nostri costi di produzione dovuto all'aumento delle materie prime, non capirebbero se mantenessimo certe spese», ha scritto il costruttore francese in una nota.

“Una delle convinzioni della nostra azienda è ‘Proteggere l’ambiente e preparare il futuro è la nostra scelta’. Ci guida nella costante ricerca di soluzioni più virtuose per l’ambiente, per noi industriali e naturalmente per i nostri clienti”, ha commentato Damien Destremau, Presidente del GRUPPO REEFER e di CHEREAU. “Sappiamo già che, allo stato attuale, un pacco batterie da solo non offre un’autonomia sufficiente. L’aggiunta di pannelli sulla maggiore superficie utilizzabile del veicolo dovrebbe cambiare significativamente la situazione. Questa partnership con Sono Motors ci consentirà di effettuare test approfonditi per verificare la pertinenza dell’energia solare per diversi tipi di utilizzo”.

In primo piano

Ford E-Transit, il mito si fa green. La nostra impressione di guida

Comincia l’era dell’iconico van Ford con motore elettrico da 184 o 269 cavalli. Con un’autonomia di marcia che si spinge alla soglia dei 300 chilometri togliendo ogni ansia da ricarica e una ricca dotazione che per la prima volta porta a bordo il sistema di infotainment Sync 4. L’E-Transit è offerto...

Articoli correlati

Van Eck Trailers compie 110 anni (e li festeggia con gli Open Days)

Gli Open Days si sono tenuti il 10 e 11 giugno scorsi nel quartier generale di Van Eck a Beesd. Il personale aziendale si è messo a disposizione non solo dei clienti, ma anche di tutti coloro i quali hanno partecipato all'evento, descrivendo il funzionamento delle linee produttive e accompagnando i ...

Ordine da 390 semirimorchi Lecitrailer per BRT

Il modello di semirimorchio Lecitrailer scelto per questa operazione era il furgone Monoblock a due assi con porta a tapparella. Il furgone ha un tetto isolato e rinforzi sulle pareti laterali interne, sulla testata e sulla parte anteriore per minimizzare i danni durante l'uso.