Benalu è uno dei massimi specialisti nella costruzione di semirimorchi con piani mobili di scarico. Il costruttore francese ha una gamma articolata su tre fasce di prodotto. Le linee Jumboliner, Jumbotrack e Jumborunner sono infatti pensate per soddisfare tre diversi segmenti di mercato. Alla base c’è però sempre la ricerca di Benalu per la migliore soluzione possibile in base alle applicazioni operative. Il progetto integrato del costruttore parte dai telai, sviluppati in modo specifico, fino alle doghe per i piani mobili. Queste ultime possono essere in alluminio, acciaio o acciaio rinforzato. Con piani in cui 15 o 21 doghe riescono a operare in modo efficiente con materiali fra loro differenti. Le pareti laterali hanno inoltre spessori differenziati a seconda della posizione per distribuire meglio gli sforzi nello scarico.

La gamma di piani mobili Benalu si differenzia sotto molti punti di vista

La filosofia dell’efficienza di Benalu

Alla base dei semirimorchi Benalu c’è l’efficienza in ogni singolo aspetto. Il telaio ibrido unico parte da una base condivisa per essere poi personalizzato e adattato a seconda delle applicazioni. Le tre linee di prodotto si differenziano infatti proprio per tutti quegli aspetti strutturali che sono fondamentali sotto ogni punto di vista. La gamma Jumboliner si presenta infatti alla base dell’offerta come un piano mobile classico per impieghi generali mediamente impegnativi. Salendo si ha la Jumbotrack con diversi elementi di rinforzo sia nel telaio che nella cassa. Quest’ultima ha sezione conica per ottimizzare il volume e lo scarico. Le applicazioni più indicate sono il trasporto di rifiuti grazie al pianale rinforzato. La gamma Jumborunner punta invece ai materiali ultraleggeri e alla massima capacità di carico. Telaio e cassa in alluminio lo indicano in modo particolare per gli impieghi legati al compost e agli scarti agricoli.

Benalu ha tre gamme di semirimorchi con piani mobili di scarico

Jumbotrack, cinquantuno varianti e opzioni

La gamma Benalu Jumbotrack si presenta come la maggiormente performante in termini di resistenza ai carichi e all’usura. I sistemi di chiusura disponibili vanno incontro alle esigenze di chi opera con rottami ferrosi, con residui o materiali sfusi abrasivi come, ad esempio, polveri di silicio. Le pareti hanno rinforzi interni saldati con spessore differenziato. Si parla di 4 mm per la parte anteriore e di 6 mm per quella posteriore. Questo in modo da avere una maggiore resistenza proprio nelle zone soggette a maggiore strisciamento del carico. Il piano mobile è composto da doghe con rivestimento liscio o rigato da 10 mm o piano HDI 8/18 mm ad alta resistenza all’impatto. Con quest’ultima opzione è quindi possibile caricare residui da lavorazioni meccaniche, metalli o rottami di altro genere.

Benalu è uno dei maggiori costruttori europei di semirimorchi con piano mobile di scarico

In primo piano

100 nuovi IVECO S-Way alimentati ad HVO per il gruppo SMET

SMET ha scelto 100 nuovi IVECO S-Way Fuel Hero da 490 cavalli, che saranno consegnati nel corso di quest'anno e destinati ad attività di trasporto lungo l'intero territorio nazionale. I 100 IVECO S-Way Fuel Hero da 490 cavalli, modello AS440S49T/P, sono trattori a due assi dotati di motore Cursor 13...

Transpotec Logitec 2024, i temi chiave e il programma

A meno di un mese da Transpotec Logitec, ecco il programma formativo che animerà le quattro giornate. I temi chiave dell’evento – la transizione energetica, il mercato e le professioni, l’impatto sulla mobilità urbana, l’innovazione e la sicurezza – saranno affrontati attraverso un ricco programma d...

Articoli correlati