stv

Nuove limitazioni attendono gli autotrasportatori che dovranno viaggiare a luglio e agosto nella regione austriaca del Tirolo. Le autorità locali preposte alla viabilità hanno emanato un’ordinanza che prevede ulteriori divieti di transito per i veicoli pesanti sopra le 7,5t sull’A12 Inntalautobahn (la direttiva che collega la Baviera Tedesca con l’est dell’Austria) e l’A13 Brennerautobahn (l’arteria che transita per il sud del Tirolo e passa proprio per il Brennero). In sostanza ogni sabato, come ha riportato Confartigianato Trasporti, a partire dal 03/07/2021 al 28/08/2021, sarà in vigore il divieto di transito per i camion che devono raggiungere l’Italia o la Germania dalle ore 7.00 alle ore 15.00 sulle due autostrade sopracitate.

Austria, l’onda lunga dei divieti per i mezzi pesanti

Per ogni sabato inoltre, sempre nello stesso periodo estivo compreso tra il 3 luglio e il 28 agosto 2021, è stato introdotto un divieto di transito per i mezzi pesanti dalle ore 8.00 alle 15.00 sulle seguenti strade, in entrambi le direzioni:

  • Loferer Straße B178 da Lofer a Wörgl;
  • Ennstal Straße B320 da km 4,500;
  • Seefelder Straße B177 su tutta la tratta;
  • Fernpassstraße B179 da Nassereith a Biberwier;
  • Achensee Straße B181 su tutta la tratta.

Un divieto di transito analogo, sempre per camion sopra le 7,5 ton, è stato introdotto ogni sabato nel periodo dal 03/07/2021 – 28/08/2021 dalle ore 8.00 alle ore 15.00 anche sull’Autostrada Ostautobahn A4 da Schwechat al confine Nickelsdorf.

Nel frattempo non si placano le polemiche dell’autotrasporto italiano nei confronti della politica dei divieti adottata dall’Austria che, tra “sistema di dosaggio”, divieti per classi merceologiche e ambientali notturni, limitazioni estive e blocchi durante l’emergenza pandemica, è andata ad impattare pesantemente sulle finanze di tutto il comparto. L’ultimo in tal senso ad alzare la voce, dopo mesi di fuoco, è stato il presidente di ANITA Baumgartner: “l’Italia non può accettare che questo fondamentale asse di collegamento con il Nord Europa venga limitato nella sua funzionalità”, aveva tuonato dopo l’incontro Italia-Austria tra i rispettivi ministri dei trasporti. “Così come non è può tollerabile la politica delle restrizioni unilaterali al Brennero da cui sono esentati – per motivi di opportunità locale – i traffici da e verso il Tirolo. Questa è una vera e propria distorsione della concorrenza a favore delle attività economiche tirolesi, che deve finire”.

In primo piano

Articoli correlati