Amazon e Climate Pledge Fund: 2 miliardi per la decarbonizzazione di trasporti, logistica e altri settori

Amazon ha annunciato di aver investito 2 miliardi di dollari Climate Pledge Fund, un fondo votato allo sviluppo di tecnologie e servizi sostenibili che consentiranno al colosso di Seattle e ad altre aziende di rispettare il Climate Pledge – un impegno per arrivare a zero emissioni aziendali di carbonio entro il 2040.

climate pledge

Amazon, il Climate Pledge per la decarbonizzazione

Il Climate Pledge, fondato l’anno scorso da Amazon e Global Optimism, rappresenta un forte impegno condiviso nel raggiungere l’accordo di Parigi sul clima con dieci anni di anticipo sulla tabella di marcia che vede il 2050 come data fondamentale per il traguardo. Le multinazionali Verizon, Reckitt Benckiser (RB) e Infosys hanno recentemente aderito all’impegno, inviando così un importante segnale al mercato sul fatto che ci sarà una rapida crescita della domanda di prodotti e servizi pensati per ridurre l’impronta di CO2 sull’ambiente.

“Il Climate Pledge Fund cercherà di investire negli imprenditori visionari e negli innovatori che stanno costruendo prodotti e servizi per aiutare le aziende a ridurre il loro impatto di carbonio e ad operare in modo più sostenibile”, ha affermato Jeff Bezos, fondatore e CEO di Amazon. “Saranno prese in considerazione aziende di tutto il mondo e di tutte le dimensioni, dalle start-up di prototipi alle imprese consolidate. Ogni potenziale investimento sarà giudicato in base alle potenzialità che verranno messe sul piatto della decarbonizzazione per proteggere il pianeta per le generazioni future”.

Amazon e Rivian

La partnership con Rivian e i progetti per l’energia sostenibile

Trasporto, logistica, produzione di energia, manifattura, alimentare, agricoltura: sono tanti i settori in cui il Climate Pledge Fund investirà nel corso del tempo. Continuerà anche la ricerca di nuove opportunità per coinvolgere altri firmatari nel programma di investimenti.

D’altronde Amazon ha già dimostrato grande interesse nel settore della sostenibilità: ai 91 progetti di energia rinnovabili iniziati in tutto il mondo, si è aggiunto anche l’ordine di 100.000 furgoni elettrici alla start-up americana Rivian, specializzata nel settore dei powertrain alternativi. L’accordo con Rivian per i mezzi delle consegne porterà alla costruzione della più grande flotta di veicoli elettrici al mondo, un ulteriore passo del colosso dell’e-commerce sulla strada che lo porterà ad utilizzare, per i suoi stabilimenti e per i suoi centri di logistica, energia totalmente rinnovabile entro il 2025.

2020-06-26T17:34:37+02:0026 Giugno 2020|Categorie: LOGISTICA|Tag: |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio