ZF ha raggiunto gli obiettivi finanziari che si era prefissa per il 2023. Nel contesto di un’economia globale altamente volatile, ha aumentato il fatturato del 6,5 per cento, raggiungendo i 46,6 miliardi di euro (2022: 43,8 miliardi di euro). L’EBIT rettificato è di 2,4 miliardi di euro (2022: 2,0 miliardi di euro); il margine EBIT rettificato è del 5,1 per cento (2022: 4,7 per cento). Grazie all’andamento positivo del free cash flow nella seconda metà dell’anno, ZF ha rimborsato le passività per circa 2 miliardi di euro e ridotto l’indebitamento netto di 400 milioni di euro, portandolo al di sotto dei 10 miliardi di euro. 

“Il 2023 è stato un anno di decisioni ad ampio raggio per ZF. Abbiamo rivisto il percorso di trasformazione dell’azienda e ci siamo concentrati sulla competitività e sulla redditività,” ha dichiarato il Ceo Holger Klein (a sinistra nella foto in apertura) in occasione della presentazione del bilancio a Friedrichshafen.

Come ha ricordato Klein, nel 2023 sono state prese alcune decisioni importanti. Una di queste è stata la preparazione alla fusione tra la Divisione Car Chassis Technology e la Divisione Active Safety Systems nella nuova Divisione Chassis Solutions, avvenuta il 1° gennaio di quest’anno. Inoltre, è iniziato lo scorporo della Divisione Passive Safety Systems. Un altro passo importante è stato la creazione di una joint venture per i sistemi per lo chassis delle autovetture, ZF Chassis Modules GmbH, con Foxconn, il più grande produttore di elettronica del mondo. 

Per diventare più competitivi a livello mondiale e rispondere alla debolezza dei mercati, ZF utilizzerà programmi legati alle performance e si concentrerà ancora di più sul miglioramento dei costi e delle strutture. Entro la fine del 2025, la base dei costi dovrà essere ridotta di 6 miliardi di euro a livello di Gruppo. Cinque aree principali contribuiranno a questo obiettivo. Queste comprendono l’ottenimento di effetti sul prezzo di acquisto dei materiali, l’aumento della produttività, il miglioramento dei costi di ricerca e sviluppo e della struttura dei costi nelle funzioni aziendali e una revisione dettagliata degli investimenti per il loro utilizzo mirato. 

Nell’anno fiscale 2023, ZF ha rimborsato passività per un totale di circa 2 miliardi di euro. “La nostra priorità è affrontare sistematicamente la riduzione e il rifinanziamento del debito,” ha sottolineato il Chief Financial Officer Michael Frick (a destra nella foto). Sulla base dello ZF Green Finance Framework, sono state effettuate tre emissioni obbligazionarie. “Queste emissioni sono state tutte molto richieste. I mercati continuano a credere in ZF e nella nostra capacità di gestire la trasformazione,” ha dichiarato Frick. 

ZF: previsioni il 2024 e investimenti futuri

Le previsioni per lanno fiscale 2024 rimangono caute: in presenza di tassi di cambio stabili e considerando le operazioni societarie previste, ZF prevede un fatturato di Gruppo di oltre 45 miliardi di euro nel 2024. Questo corrisponde a una crescita organica del 5%. Con lo sviluppo previsto dei mercati di vendita e di approvvigionamento, insieme al relativo controllo delle strutture dei costi, ZF ritiene raggiungibile un margine EBIT rettificato tra il 4,9 e il 5,4%. Il free cash flow rettificato per le operazioni societarie dovrebbe superare gli 800 milioni di euro. 

Klein ha confermato il piano di ZF di effettuare investimenti globali in futuro per quasi 18 miliardi di euro entro la fine del 2026. Di questi, circa 10,6 miliardi di euro saranno spesi in ricerca e sviluppo e più di 7 miliardi di euro saranno investiti in immobili, impianti e attrezzature. Con l’aumento della competitività, le sedi tedesche di ZF riceveranno fino al 30% di questi investimenti. 

In primo piano

Articoli correlati

Diesel Technic sarà a Transpotec Logitec con i serbatoi carburante

Diesel Technic sarà presente a Transpotec Logitec 2024 con la gamma completa e sempre aggiornata di prodotti DT Spare Parts, e in particolare con la gamma di alta qualità di serbatoi di carburante, componenti fondamentali per il sistema di alimentazione dei veicoli con motore a combustione interna....

Apollo Tyres amplia la gamma EnduRace RD2 per camion e autobus 

Yves Pouliquen, Group Head of Sales and Marketing di Apollo Tyres Europe, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di offrire uno pneumatico che non solo vanta prestazioni eccezionali in diverse condizioni, ma garantisce anche una soluzione economica e a lungo termine per gli operatori".