stv
Webasto Polar Cab © Webasto (1)

Durante le pause o i periodi di riposo, gli operatori spesso tengono il motore acceso al minimo per consentire il funzionamento del condizionatore dell’aria nella cabina. Tuttavia, tenere il motore acceso al minimo ha un costo: anche se la macchina non è in uso produttivo, continua a bruciare il combustibile. I costi risultanti non sono soltanto quelli del combustibile, bensì anche quelli relativi all’aumento dell’usura del motore, che richiede una manutenzione più frequente delle macchine.

Per quanto riguarda il riscaldamento a motore spento delle cabine delle macchine movimento terra, Webasto ha già definito con successo la sua tecnologia di riscaldamento Engine-Off sul mercato. Nelle regioni fredde, il sistema mantiene il motore alla temperatura corretta di funzionamento, in modo da garantire temperature piacevolmente calde nella cabina di guida. Le cabine di guida sono spesso costruite con ampie superfici in vetro, cosicché si riscaldano velocemente quando la temperature esterna è elevata. Pertanto, gli operatori tengono il motore acceso al minimo durante le pause per raffreddare la cabina. Data questa situazione, i clienti hanno richiesto una soluzione da utilizzare in modo flessibile ed efficiente per il raffreddamento delle loro macchine da cantiere durante i tempi di inattività.

La Tecnologia Engine-Off per le regioni calde: Polar Cab Webasto

Anche in questo caso, Webasto ha iniziato il progetto con un’analisi della situazione: quest’ultima ha indicato che i motivi e la durata del regime al minimo erano molto diversi, a seconda del cliente e dell’utilizzo delle attrezzature. Questo è il motivo per cui Webasto offre soluzioni specifiche che siano conformi esattamente alle esigenze ed alle richieste dei suoi vari clienti. Se la priorità assoluta consiste nel colmare i prolungati tempi di inattività con un basso consumo di energia elettrica, Webasto utilizza la tecnologia cold storage.

Questa tecnologia, che la società utilizza già nella produzione di serie per i trucks, consiste nel condurre un refrigerante su piastre di grafite nel nucleo di stoccaggio del sistema. Queste piastre sono riempite con acqua e sigillate sotto vuoto. Il freddo viene in seguito prelevato di nuovo dalle piastre di grafite utilizzando un refrigerante e trasportato alla cabina di guida tramite uno scambiatore di calore. Questa tecnologia a celle frigorifere ha il vantaggio di richiedere pochissima energia elettrica, e le batterie possono essere altrettanto piccole. Tale sistema può anche essere facilmente installato in aftermarket. Il Polar Cab Webasto che verrà presentato al Bauma 2016 offre tutti questi vantaggi. Per colmare i brevi periodi di inutilizzo, Webasto offre soluzioni puramente elettriche, che sono adattate alle singole macchine in stretto coordinamento con il cliente.

Thermo Pro 90 © Webasto

In primo piano

Articoli correlati