Il trasporto combinato, tra i perni centrali delle strategie per il mondo della movimentazione merci illustrate nell’imponente PNRR, sta andando incontro ad una notevole serie di sviluppi tecnologici e operativi. A poche settimane dall’annuncio da parte del MIMS degli stanziamenti miliardari per lo sviluppo della rete ferroviaria nel periodo 2021-2027, Mercitalia Intermodal (Polo Mercitalia, del Gruppo FS) e TX Logistik AG hanno annunciato un progetto pilota chiamato “Smart Train” per lo sviluppo dei treni intelligente in ottica intermodale. Questo sarà reso possibile dall’utilizzo di sensori innovativi e tecnologie di comunicazione espressamente dedicate al trasporto combinato.

L’obiettivo del progetto, che avrà una durata di 15 mesi, è quello di trovare l’integrazione ottimale della tecnologia digitale per la movimentazione delle merci, determinando margini di miglioramento attraverso processi operativi, manutentivi e di sicurezza. Per fare questo le due società del Polo Mercitalia (Gruppo FS) impiegheranno numerose composizioni di carri merci “smart” di loro proprietà allo scopo di ottenere un campione significativo di dati raccolti nel corso delle attività in esercizio.

Trasporto combinato, Mercitalia e TX Logistik AG puntano sul treno intelligente

I carri sono infatti equipaggiati con una vasta gamma di sensori e moderne tecnologie di comunicazione di diversi produttori, in particolare di PJM e Nexxiot, tra i più innovativi e tecnologicamente avanzati presenti sul mercato. I dati raccolti dai sensori, quali ad esempio il monitoraggio del sistema del freno durante la marcia del treno, la percorrenza chilometrica e la geolocalizzazione, saranno utilizzati per modelli di manutenzione predittiva migliorando così l’efficienza operativa. Altro importante parametro per il trasporto combinato sarà il monitoraggio della “selletta” di ancoraggio del rimorchio al carro, con i sistemi di controllo presenti a bordo che verificheranno sia il corretto alloggiamento del perno del semirimorchio, che il serraggio della selletta, nonché la condizioni di carico del treno, al fine di passare dal carro merci smart allo smart train implementando la comunicazione tra carri e locomotore, ottenendo la prova del freno automatica insieme al costante monitoraggio della marcia.

Il progetto pilota di Mercitalia Intermodal e TX Logistik AG è pioneristico in quanto durante i test – i cui risultati sono previsti nella primavera del 2023 – verrà raccolta un’elevata quantità di dati di esercizio operativo del trasporto combinato, grazie ai quali potrebbero essere identificati ulteriori campi di applicazione delle tecnologie per il miglioramento dei processi. L’adozione delle più avanzate tecniche di machine learning e il coinvolgimento di tutte le aree aziendali interessate incrementeranno le opportunità per far emergere ulteriori potenzialità e opportunità in tale ambito.

In primo piano

RT Rent Srl: nasce un nuovo servizio nel gruppo Realtrailer

Annunciata dall'AD Stefano Savazzi, la nuova società del gruppo è dedicata al noleggio di semirimorchi nuovi e usati. RT Rent, che vedrà la direzione commerciale di Roberto Orlando, già direttore commerciale della stessa Realtrailer, parte con una flotta iniziale di semirimorchi selezionati tra i tr...

[Video] DAF XB: agile e versatile in versione cabinato

L’XB è l’ultima, ma solo in ordine di tempo, declinazione della fortunata New Generation di DAF. Un veicolo pensato soprattutto per applicazioni di corto e medio raggio che si presta a svariate tipologie di allestimento, grazie a uno sforzo ingegneristico notevole per agevolare il lavoro degli alles...

Articoli correlati