Schmitz Cargobull si distingue per essere a fianco dei propri clienti in ogni contesto operativo. Non è quindi un caso se il costruttore tedesco stia sperimentando sul campo un semirimorchio frigorifero completamente elettrico. Sperimentazione congiunta con il noleggiatore TIP insieme al vettore Cornelissen. Le due aziende lavorano per i supermercati Albert Heijn con sedi che si trovano spesso in luoghi a traffico limitato. L’esigenza principale della catena di distribuzione è quindi quella di avere consegne con emissioni gassose e sonore quasi pari a zero. Il prototipo del semirimorchio elettrico S.KOe è quindi in grado di risolvere queste esigenze funzionando in modo completamente autonomo grazie alla presenza di batterie a bordo. Agganciandolo ad un trattore ad emissioni zero è quindi possibile rispettare le restrizioni operative imposte da alcune municipalità.

Schmitz Cargobull per i centri urbani

L’impegno del costruttore di semirimorchi verso un trasporto sostenibile è sempre stato un asset fondamentale. Il semirimorchio S.KOe COOL SMART dispone di un assale elettrico e un gruppo frigorifero elettrico. Il sistema complessivo dispone di elettronica di potenza integrata e batterie per il funzionamento. L’unità di refrigerazione S.CUe è progettata per il raffreddamento e il riscaldamento del carico senza emissioni. La capacità di raffreddamento è pari a 15.900 W e quella di riscaldamento arriva a 9.100 W. Le batterie sono installate al posto del serbatoio del gasolio che alimenta frigoriferi convenzionali. Il sistema TrailerConnect di Schmitz Cargobull è integrato di serie e monitora la gestione del sistema di alimentazione elettrica.

Schmitz Cargobull sperimenta con TIP il nuovo semirimorchio elettrico

Visione futura

Il veicolo è dotato di un assale per rimorchio Schmitz Cargobull elettrificato. Questo permette di produrre energia elettrica durante i processi di frenata riducendo i tempi di ricarica della batteria. L’autonomia dalla rete elettrica è quindi notevolmente aumentata risolvendo un problema fondamentale. Su un veicolo senza assale elettrificato, la batteria non viene ricaricata durante il viaggio. Un veicolo con un asse elettrificato, tuttavia, ricarica la batteria già durante il viaggio, in modo che la ricarica della batteria tramite la rete nel centro di distribuzione possa essere omessa o almeno ridotta al minimo. Naturalmente, questo riduce anche i tempi di attesa presso i centri di distribuzione.

Schmitz Cargobull è leader nei semirimorchi frigoriferi

In primo piano

Articoli correlati