La notizia non è banale: SAF-Holland ha avviato la produzione di serie dell’assale elettrico per il recupero dell’energia SAF TRAKr. Più nello specifico, nel sito produttivo di Bessenbach, in Germania, la pre-serie è stata avviata già a giugno, mentre la produzione di serie sarà avviata entro la fine dell’anno, fa sapere il costruttore.

L’assale per rimorchi SAF TRAKr tramite il recupero dell’energia riduce le emissioni e il consumo di carburante dell’intero veicolo. Per fare ciò, il generatore elettrico ad alta tensione posizionato centralmente converte l’energia cinetica del rimorchio in energia elettrica. L’energia generata viene immagazzinata in una batteria agli ioni di litio e quindi può essere utilizzata per alimentare in modalità completamente elettrica le utenze del rimorchio, come ad esempio le unità di refrigerazione.

SAF-HOLLAND SAF TRAKr

L’assale elettrico SAF TRAKr di SAF-Holland

Il SAF TRAKr utilizza un generatore ad alta tensione per il recupero dell’energia elettrica e la sua potenza massima è di 20 kW. L’assale è progettato per capacità di carico dalle nove alle dieci tonnellate. È disponibile con diversi freni a disco per pneumatici da 19,5 pollici e da 22,5 pollici e per i sistemi di sospensione SAF INTRA e SAF MODUL. Il generatore funziona indipendentemente dalla motrice e solo durante la marcia, ma non durante gli interventi di frenata dell’ABS o in caso di interventi elettronici di controllo della stabilità.

“Vediamo grandi opportunità per gli assali elettrici per rimorchi: riducono le emissioni di CO2 e il rumore e soddisfano quindi i requisiti legali, ad esempio per il trasporto refrigerato nelle ore notturne e per le tratte nei centri urbani. Gli assali elettrici soddisfano anche la tendenza del settore verso un trasporto più ecologico”, ha detto Olaf Drewes, Direttore EMEA del gruppo Innovazione presso SAF-HOLLAND.

In primo piano

Articoli correlati

Solera annuncia una partnership strategica con Axalta

Grazie alla collaborazione con Solera, Axalta è il primo produttore di vernici per carrozzeria a fornire i dati per calcolare con precisione le emissioni di CO2 dei prodotti e dei processi utilizzati durante la riparazione, anziché le medie generali del settore.