Sustainable Tour
Poste Italiane

Poste Italiane ha completato l’acquisizione del Gruppo Nexive, l’operatore postale privato più grande in Italia, con sede a Milano e più di 1300 dipendenti e oltre 5.000 addetti nelle società affiliate.

La comunicazione di Poste Italiane S.p.A. arriva a seguito delle deliberazioni assunte dal proprio Consiglio di Amministrazione e della firma dell’accordo preliminare annunciata il 16 novembre 2020. L’intero capitale sociale di Nexive Group S.r.l. (“Nexive”) è stato acquisito da Postnl European Mail Holdings, colosso dei servizi di corrispondenza e di consegna pacchi attivo nei Paesi Bassi, e da Mutares Holding, operatore tedesco specializzato in private equity, quotato all’indice borsistico tedesco Xetra, a Francoforte.

Poste Italiane, un operatore ancora più forte

L’operazione è stata valutata con provvedimento del 22 dicembre 2020, ai sensi dell’art. 75 del DL 14 agosto 2020 n. 104, a seguito del procedimento avviato e gestito dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato con tempestività ed attenzione agli interessi di mercato e a quelli occupazionali. Il prezzo d’acquisto dell’intero capitale di Nexive è stato concordato pari a € 34,4 milioni, sulla base di un Enterprise Value di € 50 milioni e di un indebitamento netto di € 15,6 milioni.

A detta del Gruppo, l’acquisizione del player postale privato con la fetta di mercato più ampia in Italia, permetterà “di sfruttare potenziali economie di scala derivanti dal consolidamento delle attività di Nexive, migliorando il livello di servizio per i clienti di entrambe le aziende”.

Nato in origine come TNT Post e poi diventato Nexive nel 2014, l’operatore privato ha una quota di mercato del 12% nella corrispondenza (lettere, telegrammi ecc), dell’1% nei pacchi, con un totale di 8 milioni di colli consegnati nel 2019.

In primo piano

Articoli correlati