Sustainable Tour

Il telelavoro e gli incontri a distanza virtuali non hanno fermato lo slancio della logistica globale, il settore che più di altri ha contribuito a garantire gli approvvigionamenti durante i vari lockdown nazionali e locali e a mantenere attive le reti di valore commerciale costruite negli anni. Anzi, hanno rappresentato una sfida per le realtà di settore che, per la prima volta, si sono trovate ad applicare via “etere” quanto appreso in decenni di esperienza diretta sul campo. Come è successo per FERCAM con l’apertura della nuova filiale a Helsingborg nel sud della Svezia: tutti i processi decisionali, burocratici e organizzativi si sono svolti online, unicum nella storia aziendale del gruppo altoatesino. Una scelta che da una parte rimarca l’importanza della digitalizzazione nelle dinamiche del Gruppo, dall’altra sottolinea l’importanza crescente che la penisola scandinava e il trasporto intermodale (fondamentale per collegare il Nord al Sud Europa) stanno ricoprendo all’interno del network FERCAM.

FERCAM

FERCAM, l’ampliamento dell’azienda passa per i mezzi digitali

A causa della pandemia, tutti i lavori preparatori e gli incontri con commercialisti e banche erano già stati svolti tramite videoconferenza, e da remoto si sono tenute tutte le riunioni e sottoscrizioni necessarie, dai colloqui di selezione, alla ricerca di un immobile idoneo, fino alla redazione di tutti i contratti per la fondazione di una nuova realtà aziendale.

Infine, lockdown e misure adottate per contrastare la diffusione del virus hanno condotto alla cancellazione dei voli da e per la Svezia, rendendo impossibile per i responsabili essere fisicamente presenti in loco, per operazioni di costituzione di una nuova società del Gruppo FERCAM. E tuttavia, non senza sorpresa delle persone direttamente e indirettamente coinvolte, gestire il tutto da remoto è stato possibile, sicuramente anche grazie all’avanzato livello di digitalizzazione in Svezia.

Una scelta strategica per i trasporti europei

L’ubicazione risulta strategica per più di una ragione: è vicina al confine con la Danimarca, nonché ai maggiori insediamenti industriali e soprattutto al porto, il secondo per importanza nell’intera Svezia. “Tali fattori sono stati determinanti per la decisione”, ha commentato Hansjörg Faller, Direttore della Divisione Freight Management International di FERCAM, aggiungendo: “il Coronavirus ha fatto sì che tecnologia e strumenti di comunicazione innovativi diventassero il mezzo di trasporto più importante per la costituzione di questa nuova filiale”.

Il mercato scandinavo e quello svedese in modo prominente stanno diventando sempre più importanti nelle dinamiche del commercio europeo. A causa delle lunghe distanze da coprire da e verso i mercati dell’Europa meridionale, risulta assai rilevante per gli scambi la modalità intermodale, soprattutto per prodotti dell’industria del legno e della carta, particolarmente adatti a questo tipo di trasporto.

Come parte della rete europea FERCAM, la nuova filiale di Helsingborg offrirà ai propri Clienti l’intera gamma di servizi logistici, a partire da soluzioni dedicate al trasporto di carichi completi. La nuova Filiale inizierà le operazioni il 1° marzo. “Abbiamo avuto la fortuna di trovare collaboratori giovani e molto motivati, con esperienza rilevante e tutti provenienti dal settore, con familiarità quindi sia con il mercato svedese che con quello dell’Europa meridionale. Per offrire ottimale assistenza alla nostra Clientela e un servizio di alta qualità, abbiamo ritenuto molto importante essere presenti in loco e affidarci a professionisti che hanno una conoscenza approfondita del contesto scandinavo”, ha concluso Hansjörg Faller.

In primo piano

Articoli correlati