stv

Dalle strette vie del Rione Sanità di Napoli, FERCAM Fine Art ha trasportato a Piazza del Popolo la Pietà contemporanea di Jago, curandone l’installazione in una delle suggestive nicchie della Chiesa degli Artisti. Dallo scorso fine settimana, presso la Basilica di Santa Maria in Montesanto è in esposizione la più recente opera di Jago, toccante interpretazione moderna dell’immagine classica della Pietà. Jago, anno 1987, originario di Frosinone, è un artista che è riuscito a coniugare talento artistico e doti comunicative, guadagnandosi l’appellativo di “social artist”.

Il trasferimento della scultura da Napoli verso la Capitale è stato effettuato dalla squadra FERCAM Fine Art, con la quale l’artista ha stretto un accordo di collaborazione per i futuri trasporti delle opere alle diverse sedi espositive. “È una collaborazione davvero prestigiosa”, commenta Chiara Prisco, Responsabile della Business Unit Fine Art. “Siamo felicissimi di aver potuto costruire quella che ci auguriamo sia la base di una duratura partnership con un artista che non solo ha autentico talento e una interessantissima visione, ma intelligenza imprenditoriale e ampia consapevolezza del proprio contesto storico-sociale”.

FERCAM, quando l’arte diventa una sfida. Di trasporto.

Un’operazione non semplice quella del trasporto della Pietà di Jago, a partire dalle dimensioni imponenti e dal peso del gruppo scultoreo, massiccio ed estremamente delicato al contempo. Superando la scalinata di Sant’Aspreno ai Crociferi, dove una piccola folla si è radunata per assistere alle operazioni di sollevamento della cassa lignea, il prezioso carico è stato collocato sul mezzo FERCAM e ha affrontato i 230 chilometri che lo separavano dalla sede della prima esposizione.

Qui, in una cappella laterale della Basilica che già testimoniava un legame storico tra spiritualità e arte, il team di tecnici esperti Fine Art ha pazientemente predisposto l’impalcatura, poi collocato e messo in sicurezza sul suo nuovo piedistallo la candida scultura.

FERCAM

“È stata un’esperienza incredibile perché ho acquisito una nuova consapevolezza: organizzare una simile operazione di trasporto può sembrare semplice per un profano, ma c’è dietro grande specializzazione e talento. Per arrivare alla Pietà ci sono voluti tutti i miei 34 anni di vita: l’ho affidata a chi sapevo ne avrebbe avuta la massima cura, in ogni momento”, sono state le parole di Jago al termine dei lavori.

L’accurato lavoro effettuato dalla squadra FERCAM instaura inoltre un particolare parallelismo con il passato storico dell’azienda: nel 1964 infatti, l’allora Gondrand (poi acquisita da FERCAM) si era occupata di trasportare la Pietà di Michelangelo a New York, nell’unico viaggio della sua vita.

Va ricordato infine che FERCAM, operatore logistico multinazionale a gestione familiare, può vantare un organico di 2.150 dipendenti diretti e circa 4.000 collaboratori indiretti. Per le varie attività dispone di circa 3.350 unità di carico di proprietà e di oltre 1,2 milioni di mq di magazzini e centri logistici. FERCAM è presente in 19 paesi con società controllate in Europa, Europa dell’Est e Nordafrica e con 95 filiali proprie circa 400 punti distributivi tramite partner.

In primo piano

Articoli correlati