Durante l’assemblea del 1 luglio dei soci di Federlogistica, federazione parte di Confcommercio-Conftrasporto, è stato lanciato Digital Community, un nuovo progetto per la digitalizzazione dei processi, istituito con “l’obiettivo è assicurare e gestire l’interconnessione dei nodi di interscambio modale superando il progetto della Piattaforma logistica Nazionale“.

Il progetto della Piattaforma, messo in campo dal Mit, attraverso il soggetto attuatore UIRNet, ormai nel lontano 2005 per creare un sistema di Intelligent Transport System (ITS) sull’intero territorio nazionale, non è mai veramente decollato.

Federlogistica

Digital Community, un passo in avanti per l’interconnessione del Paese

Infatti, secondo il presidente nazionale di Federlogistica Luigi Merlo, il progetto della Piattaforma logistica Nazionale “ha fallito i suoi obiettivi”. Continuare a impiegare ingenti risorse pubbliche attraverso UIRNet sarebbe un errore imperdonabile”.

Merlo sostiene che “bisognerebbe fare una serie valutazione costi e benefici rispetto alle decine e decine di milioni destinati negli anni dallo Stato al progetto”. Occorre cambiare strategia coinvolgendo tutte la parti interessate e realizzare un modello realmente efficace”.

Per questo, Federlogistica ha lanciato Digital Community, per il futuro dei trasporti e della logistica, in cui la digitalizzazione dei processi ricoprirà un ruolo fondamentale.

Durante l’Assemblea dei soci di Federlogistica c’è stato anche un passaggio di testimone alla vicepresidenza della Federazione. Bianca Maria Martinelli, direttore public policy Italia e Spagna di Amazon è succeduta a Laura Cantarelli.

Federlogistica, tra riassetto organizzativo e proposte

Dall’assemblea sono emerse anche interessanti novità a livello organizzativo. Federlogistica-Conftrasporto, grazie ad un irrobustimento confederativo che ha visto crescere il numero degli associati capillarmente in tutta Italia, ha istituito le sedi regionali del gruppo.

Quindi, “la nomina dei primi tre coordinatori regionali – si legge nella nota – che daranno vita alle sezioni territoriali. Per la Liguria Davide Falteri, per la Sicilia William Munzone e per le Marche Andrea Morandi“.

Consapevole “di rappresentare uno dei settori economici che nelle fasi più drammatiche della pandemia si è rivelato strategico e fondamentale per il nostro Paese”.

Federlogistica, nei prossimi mesi, estenderà ad altre regioni la rappresentanza sui territori

Da parte di Merlo, indicazioni e proposte sui decreti e sulle misure che verranno adottate dal Governo nei prossimi mesi a sostegno dell’economia e del settore, tra cui anche le risorse previste dal Recovery Fund.

Particolare attenzione al decreto Semplificazione, una vera priorità che, secondo il numero uno di Federlogistica.

“Deve essere l’occasione per completare l’attuazione della riforma portuale eliminando diversi vincoli gestionali delle Autorità di Sistema (Adsp) e dare finalmente attuazione allo Sportello unico doganale. Decisamente insufficienti, invece, le misure adottate nel precedente decreto Rilancio, che non ha tenuto conto di alcune imprescindibili necessità del settore logistico”.

In primo piano

Articoli correlati

DB Schenker: DSV, Maersk e MSC concorrono per l’acquisizione

Deutsche Bahn (DB) ha ricevuto diverse proposte per l’acquisizione della sua divisione logistica DB Schenker. Tra queste, si è fatto avanti un consorzio guidato dalla società finanziaria CVC Capital Partners e dalla società di asset management Carlyle, oltre al gruppo logistico DSV e ai gruppi armat...