Non c’è storia alla Dakar 2019. Almeno fin qui, ovvero al giro di boa della quinta tappa. Vince ancora il missile bianco-blu Kamaz, e non uno qualunque, bensì quello del (sempre più) leader della classifica generale, Nikolaev. Per gli altri non c’è storia, incapaci di impensierire uno squadrone, quello russo, che vede sempre più vicino il sedicesimo successo alla Dakar. Eppure non è stata una tappa noiosa, tutt’altro.

Kamaz Dakar 2019

A muovere le acque ci ha pensato il solito Macik. Al volante del suo Liaz è scattato come un fulmine al via della frazione. Suo il miglior crono al primo rilevamento, con però i Kamaz in scia pronti a mordere. Infatti nel successivo segmento era lo stesso Nikolaev a portarsi al comando, con Macik che tuttavia non mollava. Una prova determinata quella del pilota ceco, bravissimo a riprendere la testa della corsa al terzo Waypoint.

5ª Tappa: Macik (Liaz) perde una ruota sul più bello

E forse sarebbe anche continuata così se nel tratto di gara successivo Macik non avesse perso la ruota anteriore, letteralmente strappata dalla sua sede, dopo 210 chilometri di speciale pagando oltre un’ora di ritardo. A quel punto, addio sogni, di vittoria e forse anche di classifica. E strada spianata per la pattuglia Kamaz.

Al comando va prima Karginov poi il compagno di colori Sotnikov, ma nel finale è ancora una volta Nikolaev a dare la zampata vincente, firmando il terzo successo parziale in questa edizione della Dakar. Alle sue spalle chiude Sotnikov a 3’15”, poi Viazovich (Maz) a 6’22”, quindi Karginov scivolato a 11’47 ma davanti ai due Iveco Powerstar di Van Genugten e De Rooy, classificati rispettivamente a 14’03” e 15’33”.

DAKAR 2019, la classifica parla chiaro

Nella generale, Nikolaev guarda tutti dall’alto di un sostanzioso vantaggio: 11’47” su Sotnikov, risalito in seconda piazza, e oltre un quarto d’ora su Karginov. De Rooy è quarto ma con un ritardo di quasi due ore. Che sarà difficilissimo recuperare agli scatenati bolidi russi quando, dopo la giornata di riposo odierna, la Dakar riprenderà domenica 13 con la sesta tappa, Arequipa-San Juan de Marcona, 810 km con 310 di prova speciale.

CLASSIFICA GENERALE (dopo 5 tappe): Nikolaev (Kamaz); 2. Sotnikov (Kamaz) a 11’54”; 3. Karginov (Kamaz) a 16’45”; 4. De Rooy (Iveco) a 1h58’49”; 5. Van Genugten (Iveco) a 2h15’23”; 6. Loprais (Tatra) a 2h58’58”.

In primo piano

Articoli correlati

Le novità che Kässbohrer presenterà alla IAA Transportation 2024

Kässbohrer ha annunciato la propria partecipazione alla IAA Transportation 2024, che si terrà dal 17 al 22 settembre 2024 ad Hannover, in Germania. Sotto i riflettori saranno le sfide di sostenibilità del settore, che Kässbohrer porta avanti con le sue competenze di R&S all’avanguardia e con forti c...

L’IVECO S-WAY vince il Red Dot Award nella categoria Product Design

“Siamo estremamente orgogliosi che la giuria del Red Dot Award abbia premiato il nostro design progettato intorno al cliente, che riflette la qualità superiore dell’S-Way, coniugando in modo efficiente estetica, funzione e innovazione’” ha dichiarato Marco Armigliato, Head of Industrial Design, Ivec...