Sustainable Tour

Camionisti, una striscia luminosa di 2000 Led per la sicurezza sulla strada. La strategia della TEEM

Temperature che calano in modo generalizzato su tutta la Penisola. Entrata in vigore dell’obbligo di dotazioni invernali. In quest’ottica, l’argomento della sicurezza sulla strada torna centrale. Con maggiore insistenza soprattutto in quelle regioni più sensibili a fenomeni atmosferici estremamente pericolosi per la viabilità. Ad esempio, la formazione di banchi di nebbia. Tra le soluzioni messe in campo proprio per alleviare i disagi generati dalla nebbia e per garantire la massima sicurezza a tutta l’utenza, dagli automobilisti ai camionisti, la società che gestisce la TEEMla Tangenziale Esterna che collega l’A4 all’A1 a est di Milano – ha allestito una striscia illuminata di 2.000 Led “squarcia-nebbia” che percorre lo snodo autostradale per tutta la sua lunghezza.

TEEM, quando la sicurezza di automobilisti e camionisti è una priorità

Il gestore Tangenziale Esterna SpA l’ha attivata lo scorso ottobre. L’ha fatto in previsione delle misure sulle dotazioni invernali che sarebbero scattate il 15 novembre (e dureranno fino al 15 aprile 2021). La poderosa striscia luminosa è azionata da 52 sensori dislocati lungo l’intera tratta.

L’impianto, grazie al suo potere luminoso, fende banchi e muri di nebbia. Inoltre, rende più nitide le carreggiate e gli svincoli anche in caso di precipitazioni.

Il tutto per una migliore qualità degli spostamenti, con rischi di sinistri drasticamente ridotti.

Il gestore non ha badato a spese per la progettazione e la messa punto del sistema di sicurezza. Sistema che, recentemente, grazie ai 2,5 milioni di euro di investimenti, è stato ulteriormente potenziato. Uno sforzo testimoniato dai dati forniti dall’AISCAT sull’incidentalità. La TEEM, secondo il report dell’Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori, è l’autostrada più sicura d’Italia per il quindi anno consecutivo.

camionisti

Come funziona il sistema di illuminazione sulla TEEM?

Lo scopo della messa in funzione 24 ore su 24 dei 2.000 Led (uno ogni 30 metri dei Tracciati in direzione sud e nord), posizionati, a un’altezza di 90 centimetri dal piano di scorrimento, sullo spartitraffico tra i due sensi di marcia, è quello di delineare una scia iridescente in grado di favorire l’orientamento di tutti coloro che si trovano al volante.

Questa scia salva-vita, che, in corrispondenza delle uscite, viene raddoppiata da una linea di luci ubicata sui guard-rail di destra, è sempre percepibile. Inoltre, rispetto a quella generata dai catadiottri montati sui new-jersey centrali, risulta più facile da individuare e da non perdere per gli automobilisti, gli autotrasportatori e i motociclisti in transito.

Il ruolo dei sensori

Il modulo di segnalamento è automaticamente messo in funzione dai sensori che, monitorati dalla Centrale Operativa allestita presso il Casello di Pozzuolo, assicurano il controllo della situazione atmosferica ogni 500 metri di A58-TEEM in maniera tale da prevenire eventuali imprecisioni dei bollettini meteo consultati dal personale di servizio.

Insomma un’attenzione maniacale per la sicurezza rimarcata, come se non bastasse, dall’ottima qualità dell’asfalto drenante che copre le carreggiate per tutti i 33 km dello snodo, contribuendo in maniera significativa a garantire ulteriore sicurezza agli automobilisti e ai camionisti evitando pericolosi allagamenti, purtroppo sempre in agguato a causa dell’aumento esponenziale di fenomeni atmosferici estremi a cui abbiamo assistiti negli ultimi mesi.

2020-12-14T15:51:03+01:0023 Novembre 2020|Categorie: LOGISTICA|Tag: , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio