Autotrasporto, in Italia la ripresa del settore è al 96% secondo Webfleet e Geotab. L’intervista

La ripresa dei trasporti commerciali in Italia è tornata quasi ai livelli pre Covid-19. La curva, in sostanza, si sta stabilizzando dopo mesi durissimi. Sono dati che riaccendono la speranza quelli forniti da Geotab e Webfleet Solutions, leader mondiali dei trasporti connessi, uniti in un progetto dagli intenti lodevoli.

La nuova dashboard che hanno sviluppato in collaborazione, infatti, è finalizzata al recupero della mobilità commerciale in Europa e nel Nord America. Utilizza i dati forniti in maniera anonima da milioni di veicoli in tutto il mondo. Il programma di recupero analizza settimanalmente i flussi del traffico di veicoli commerciali e li compara con quelli della situazione precedente alla pandemia. Questo permette di mostrare lo stato dell’arte attuale del settore.

Webfleet e Geotab, una dashboard per il recupero della mobilità

Abbiamo quindi colto l’occasione per approfondire alcune tematiche legate alla mobilità interconnessa, alle nuove soluzioni digitali e all’andamento del settore. Questo, alla luce degli stravolgimenti portati dal Covid-19. Abbiamo interpellato direttamente le due aziende. Per Webfleet Solution ci ha risposto Marco Federzoni, in veste di Sales Director Italy. Per Geotab Fabio Saiu, Leasing and Renting European Director.

Tanti gli spunti e i dettagli emersi dalla chiacchierata, da cui è nata l’intervista di cui, di seguito, pubblichiamo la prima parte. La seconda parte è disponibile qui. I dati fanno riferimento all’ultimo aggiornamento della dashboard di lunedì 29/6.

Ci può fornire qualche dettaglio tecnico in più sul funzionamento della dashboard? Come vengono raccolti ed elaborati i dati, quali tecnologie vengono utilizzate, ecc.

Marco Federzoni (Webfleet): “La dashboard per il programma di recupero della mobilità commerciale analizza i dati aggregati e resi anonimi da oltre 3 milioni di veicoli connessi. Veicoli provenienti da oltre 100.000 clienti combinati di Webfleet Solutions e Geotab in Europa e Nord America.

Rappresenta l’attività quotidiana di questi veicoli, cioè i viaggi, il volume giornaliero dei viaggi effettuati dai veicoli commerciali nel paese.

Tutti i dati vengono resi anonimi e aggregati e poi confrontati con la linea di base. Il benchmarking calcola i livelli attuali di attività delle flotte come percentuale del livello di attività delle flotte commerciali sperimentato prima dell’adozione di misure per arrestare la diffusione del COVID-19. Questo permette agli utenti della dashboard di avere una visione generale e di mettere in chiaro l’impatto di queste misure sull’attività della flotta.

I dati vengono aggregati in tre modi: giornalmente per paese, giornalmente per paese e per settore, e settimanalmente su nove territori (Italia, Regno Unito, Germania, Paesi Bassi, Spagna, Francia, Canada, Stati Uniti e Messico).

Entrambe le società attribuiscono la massima priorità alla protezione dei dati dei clienti e all’assenza di dati sensibili. In preparazione alla creazione di questa dashboard, abbiamo esaminato le metriche comuni che entrambe le nostre aziende raccolgono e poi abbiamo unito le informazioni in un unico aggregati database per la reportistica”

geotab

La dashboard di Geotab e Webfleet Solutions mappa la situazione generale delle flotte commerciali nei vari paesi in cui è presente. Inoltre, riesce a confrontare l’andamento delle varie modalità di trasporto (lungo raggio, primo e ultimo miglio, intermodale ecc) prima e dopo la pandemia da Covid-19?

Marco Federzoni risponde.

“Oltre al confronto delle prestazioni della flotta nei diversi paesi, la dashboard offre anche informazioni specifiche sulle attività commerciali relative ai veicoli connessi per il settore delle costruzioni, dei servizi alle imprese e del trasporto merci.

I dati sono disponibili solo a livello di paese e di settore. Vengono analizzati quotidianamente i volumi di viaggio aggregati di più clienti. I dati aggregati devono essere composti da più clienti e non possono essere viaggi caratterizzati da un singolo cliente per una particolare regione o settore”.

geotab

Qual è l’andamento del traffico di veicoli commerciali a partire dal 3 giugno con l’inizio della cosiddetta “fase 3” in Italia? Quali sono le differenze più significative che emergono rispetto agli altri paesi europei?

Fabio Saiu (Geotab): “L’accesso a dati affidabili e profondi può essere una vera sfida ed è facile essere sopraffatti da tante informazioni in una situazione complessa come la pandemia. Dall’analisi delle ultime settimane – a partire dall’inizio di giugno con l’ingresso nella fase 3 – emerge che l’attività commerciale in Italia ha registrato una notevole ma graduale ripresa rispetto al periodo della pandemia. A livello italiano, i dati relativi alla comparazione delle ultime settimane mostrano infatti una curva che si sta stabilizzando.

All’inizio di giugno la percentuale di ripresa delle attività dei veicoli commerciali era intorno al 93-94%, quella attuale è 96-97%.

I Paesi europei presi in considerazione nella dashboard stanno vivendo una situazione di stabilizzazione e graduale ripresa analoga a quella italiana. I dati della settimana del 15/6 rispetto a quelli della scorsa settimana del 22/6 riportano un aumento delle attività commerciali del 3% con una percentuale di ripresa complessiva pari al 93%.

In linea generale, nel contesto europeo, l’Italia si annovera tra i Paesi più avanzati nella fase di recupero tra quelli presi in esame, preceduto solo da Germania e Francia – rispettivamente al primo e secondo posto – che hanno persino superato in alcuni momenti i livelli pre-COVID. Spagna e Regno Unito sono invece i Paesi che stanno registrando maggiori difficoltà di ripresa.

Il grafico di Webfleet e Geotab che mostra l’andamento del traffico nelle varie nazioni europee prima, durante e dopo i lockdown governativi

2020-07-20T10:23:23+02:0013 Luglio 2020|Categorie: PRIMOPIANO|Tag: , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio